giovedì 10 marzo 2011

Marpionamenti on the road, esclusivamente virtuali, of course!


Scendo le scale della metropolitana.
Sono appena uscita dall’ufficio.
Sono ancora nel trip che non vedo, non sento, non percepisco una beata madonna di tutto quello che mi circonda.
Scanso non persone, ma ombre di persone.
Il mondo intorno per quel che mi riguarda è una bolla lattiginosa.
Ho inserito il pilota automatico.
Se un giorno un tombino dovesse essere aperto, ci finirei dentro a strapiombo.
Poco ma sicuro.
Ho tutte le 10 dita delle 2 mani che Iddio mi ha concesso in dono, ad artiglio.
Come quelle della strega di Biancaneve
Pronte a serrarsi verso un putativo collo, quello per niente nebuloso, che ho lasciato in ufficio.

Mi verrà una paresi, se non mi sciolgo un attimo.
Espira, inspira.
Cosa?
Sto sibilando vaffanculo all’aria di fronte a me?
Eh si.
Impunita sibilo vaffanculo anche al vagone della metro
Alle sliding doors che si aprono di fronte e mi si serranno a filo di chiappa.
Vaffanculo, vaffanculo.

Ok, basta.
Concetto esaurito esaustivamente.

Leggiamo va.
Mi appoggio alle porte del lato che non ferma in banchina.
Quelle che: è pericoloso appoggiarsi alle porte!
Ma vattene al diavolo pure tu, vetrofania dei miei stivali, sono stanca e mi appoggio.
Prendo libro.
Apro libro.
Inizio a leggere.

Poi l’occhio mi cade sullo schermo del BlackBerry del ragazzo seduto alla mia sinistra.
Sta chattando.
E fin qua.
Sono una persona discreta io?
Ma quando mai.
Leggo.

La conversazione si svolge in inglese con tale Intimidad, spagnola pare.
Lei gli chiede: ti piace la mia foto?
Lui: si si, certo, bella.
Lei gli chiede: sei stanco? Sei in metro?
Lui: si si, certo, stanco. Vado verso casa.
Lui si sbilancia su quello che le farebbe, anche se non capisco bene dove e quando…
Vedo solo il cucuzzolo della testa di ‘sto qua,
vorrei vederlo in faccia per capire se davvero è il tipo da fare quello che promette, sia pure in un dove e in un quando non meglio specificati…
Lei miagola e sospira: che peccato che stiamo così lontani...
Lui: peccato si... (una verve da escargot marinata)

Vabbè, torno al libro.
Resisto 5 secondi… ributto l’occhio
Lui: si, sono a Lima, poi treno, poi pezzo a piedi, povero me…
Ma non gliela aveva già detta ‘sta cosa?
Asp… ma sta scrivendo in italiano…, come italiano?
Lui: si, arrivo a casa stanco stanco
Lei: ti ci vorrebbe un massaggino…
Minchia però l’Intimidad! Ha imparato l’italiano in due slot di chat.
Avantissimo…
Lui: si, dolce dolce… mmmm
Lei: mmmm
Oh, aspetta… ma questa non si chiama Intimidad… si chiama Marta
MARTA??!!
Hai capito il Micio Morto qua…
Ho sempre più voglia di vederlo in faccia…
Ma se mi sposto di fronte per guardarlo non riesco più a leggere le cazzate che scrive.

Mi metto nei panni di quelle al di là dello schermo.
Chissà se loro ci mettono almeno un pezzettino di cuore nello scrivere a questo bel tomo…
Chissà se ci tengono davvero a sapere cosa fa, se immaginano che lui clona la stessa conversazione per più utenti…
Questa riflessione mi ha distratta…

Ricalo gli occhi.
Lei: ma ti manca tanto ad arrivare a casa?
Lui: si si, sono in metro, a Gorla, poi treno, poi pezzo a piedi, sono tanto stanco…

Esticazzi! E questa chi è?
O Marta è lobotomizzata o questa è un’altra ancora!
Spe che aguzzo la pupilla…
MARGOT?????

No vabbè dai!
E lui con le sue ditine monche che volano sui tasti, dispensando yes yes, si si, certo certo, mmm mmm a destra e a manca
A Intimidad, Marta, Margot…
Vorrei gli scappasse un mmmmmmmmmm, massaggino dolce dolce anche al suo amico Ugo, cripto gay inconfesso…
Che poi vedi che mmmmmmmmmmmmm che gli fa esalare.

Basta, ho letto abbastanza, voglio vedere in faccia il Coguaro del BB.
Mi sposto.
Mi siedo, alzo gli occhi, lo fisso.
Lo sapevo, un semolino d’uomo.
Sciapo, incolore, insapore, spero anche inodore a questo punto.
E anche con pochissima inventiva.
Non in grado di personalizzare un filo nemmeno una conversazione sul tragitto casa-lavoro.

Ecco a cosa servono le chat, il BB, l’iPhone…
A dare possibilità di broccolare a chi la faccia non ce la metterebbe mai…
(se no col cavolo che Intimidad scosciata sull’avatar, Marta e Margot mugolavano…)
Ma dieci dita tutte.

Evviva il progresso!
Quando l'Evoluzione è funzionale all'Involuzione. Della specie, maschile. Soprattutto. Ma non solo.


ps: da notare che loro domandavano a lui. E lui nulla a loro. Conversazione univoca. Delle persone effettivamente a Semolino non interessava.

29 commenti:

  1. Quante cose si vedono in metropolitana. Credo che ci si potrebbe scrivere un libro.

    Io mi innamoro pure in metrò. Pensa te. ahahahah

    RispondiElimina
  2. Ma non saremo noi che non abbiamo capito un'emerita cippa?
    Che crediamo all'Ammmore questo sconosciuto, alla Monogamia estinta e non so a cos'altro...
    BBBBOH!!!!

    RispondiElimina
  3. @LTfgg, tu sei vita pura tesoro mio!

    @Zia Atena, mmm mi starai mica ocnfermando quello che penso già? Che siamo beate beote?
    :)

    RispondiElimina
  4. marò che tristezza!
    senti, ma il tuo stile (dita serrate, bestemmie neanche tra i denti) mi sembra il mio e non è un complimento. :)

    RispondiElimina
  5. bè almeno faceva qualcosa...altri lo aprono solo x far vedere che sono fichi mentre fanno finta di lavorare o smanettano sulle applicazioni dell'i-phone sempre per mostare oppure l'altra volta ho beccato uno con l'ipad..ma che soddisfazione leggere un libro virtuale :(

    RispondiElimina
  6. amante seriale! ;D certo che ci sarebbe da scrivere un'enciclopedia a dispense, altro che libro!

    RispondiElimina
  7. Ciao, passavo di qua, ti ho letta, mi hai fatto morire dal ridere e ho deciso di lasciarti un saluto. E ovviamente anche di aggiungermi ai tuoi Follow.Sono una mamma vera e non mi spaccio per nessun altro...anche se virtualmente sono sincera in tutto quello che scrivo e penso...se ti va, passa a trovarmi!!!

    RispondiElimina
  8. 'sti bastardoni sarebbero da sbugiardare. Ma anche queste quattro oche.. possibile che non mangino la foglia???? Se non chiedono, non sono interessati, dai! (oppure sono così egocentrici che conviene fuggire moooolto lontane...)

    RispondiElimina
  9. Divertente questo post! Ma l'hai scritto per farmi sorridere anche oggi? Troppo buona...non dovevi! :-)
    E c'è chi dice che le donne sono tutte streghe...
    Ma anche quelle lobotomizzate??... :-)

    RispondiElimina
  10. No ma di quelli che fanno finta di usare il cellulare e invece sui mezzi (treno soprattutto) ti stanno fotografando??? Si...succede pure quello...stronzi che non ricordano che il cellulare farà click!!

    Arrrgh

    RispondiElimina
  11. probabilmente sono pure io lobotomizzata....ma di sicuro non ho avuto conversazioni del genere oggi....

    Marta

    RispondiElimina
  12. @ Marta: ma sei la stessa del marpionamento?? :-)
    @ ragazzina: ti volevo scrivere questa cosa: ho visto il numero dei tuoi followers e ti auguro di arrivare a 200 prima che finisca il giveaway!!

    RispondiElimina
  13. Pensa questo che passa tutta la giornata a rispondere e basta... A me se solo chiedono "macchiato o liscio" mi viene il tic all'occhio destro all'idea di dover formulare la risposta. Mi porterò dietro una lavagna: magari scrivere mi irrita meno.

    RispondiElimina
  14. @Rory......fortunatamente NO! ma se per caso fossi stata io...non avrei saputo ringraziare abbastanza la mia fonte!!! (ma si capisce cosa ho scritto???!!!)

    Marta

    RispondiElimina
  15. @Marta... io no... non ho mica capito troppo bene l'ultimo commento :)

    @Rory, ma va, prima che arrivo a 200 deve gelare l'inferno ;)

    @Polly, io lo prendo come un complimento!!!

    @Twins, ahahah si almeno faceva
    qualcosa, ginnastica alle dita!

    @Queen, cialtrone seriale più che altro ;)

    @Lamammaèsemprelamamma: ciao! Benvenuta!

    @Mamma C :((((((((((((

    RispondiElimina
  16. ecco...è proprio venerdì....
    volevo dire...detto finalmente in italiano... che se fossi stata io quella Marta, leggendo il tuo post, ti avrei ringraziata molto per aver allungato l'occhio ed essere riuscita così a farmi vedere lo stronzo per com'era!
    ecco... tutto qui!

    Marta

    RispondiElimina
  17. @ Marta: la mia era una battuta. Ci ho messo la faccina. Spero tu non sia permalosa... :-)

    @ Navigo: mia cara, ho visto di peggio del gelo all'inferno :-)

    RispondiElimina
  18. @Rory: io rispondevo con il sorriso...si capiva bene che era una battuta la tua! forse non ho capito che era una domanda retorica...ed ho risposto lo stesso...! va bè!!!

    RispondiElimina
  19. @ Marta: scusami tu, ho capito male io...:-)
    Mannaggia al web!:-)
    A volte si può fraintendere un commento e pensare che l'altro si sia offeso e invece non è così. Va bè dai, come non detto. :-)
    Ti auguro una buona giornata ( quel che resta)
    R.

    RispondiElimina
  20. @Rory, @Marta, restate, è ora dall'aperitivo! Prosecchino?

    RispondiElimina
  21. ahahahahahhh...bella questa.
    Si, un prosecco va benissimo, grazie.
    Ma tu non hai da lavorare?

    RispondiElimina
  22. eccerto che rimango!!! fatto 30 facciamo pure 31! Rory, l'importante è alla fine capirsi, come abbiamo fatto!
    ma due patatine, no?!

    RispondiElimina
  23. eh, ma il Prosecco è sacro. Per me è sempre il 'bollicina time'!!!

    due olivette ascolane insieme?? brutte??

    RispondiElimina
  24. bene, sono contenta.
    Confesso che ho appena finito un pacco di patatine Pai :-)
    'Sto prosecco???
    Ho capito, anche Navigo ha fatto una battuta...mò esco e me lo vado a comprare!:-)
    Buon week a entrambe!
    R.

    RispondiElimina
  25. Buon fine settimana anche a te! e grazie per l'aperitivo!

    RispondiElimina
  26. vedo anche per te la metropolina è fucina di grandi umanità che meritano un lungo e attento studio....

    beati minchioni che girano in metro che siano essi padri farlocchi o allupati allampanati... senza di loro cosa avremmo scritto?!

    RispondiElimina
  27. ah la metro! è un mondo dentro il mondo!

    RispondiElimina
  28. L'altra sera ho letto questo post e ho sorriso. La mattina dopo, parlando con due colleghe, abbiamo scoperto che un Doc ci prova allegramente con almeno tre di noi, prese ovviamente singolarmente, con battute *brillanti* tipo "Io sono fedele solo al mio cane" oppure "Ah, convivi? Ma io non sono geloso".
    La mia collega ha sentenziato che è un "vero soldato": lui spara nella mischia, prima o poi una la becca.
    Ah, i marpioni, questo universo parallelo :)

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails