lunedì 15 novembre 2010

giovedì 11 novembre 2010

Yin & Yang / 02

Io & Me

Lo Yin & Yang di oggi, ricalca un po' quello della mamma della rubrica.

Io non mi sta simpatica del tutto
Me non mi convince appieno.
Come due mici che se la litigano

lunedì 8 novembre 2010

giovedì 4 novembre 2010

Yin & Yang

Il mio Yin & Yang di oggi è:
UGG 
argento tagliati con l'accetta belli pelosi ai piedi
& 
La Perla 
/ tacco12 super fashion e glitterate nella borsa per stasera

lunedì 1 novembre 2010

(k)nulla / 01

KNULLA
Knulla a te (voi in realtà)
che mi hai fatto buttare nel cesso
ore e ore della scorsa settimana.

Che il tempo passa
e la ruga non s'arresta un'ora.

sabato 30 ottobre 2010

(K)NULLA la nuova catarsi del lunedì



Le mie amiche blogger hanno e propongono rubriche, appuntamenti settimanali costruttivi (Nati per Delinquere, Bismama per esempio), intelligenti e stimolanti.

Io no.
Però voglio lo stesso saturare l'etere.
E propongo la catarsi del lunedì.

martedì 26 ottobre 2010

lunedì 25 ottobre 2010

Per figlia, che modello di Barbie vuole?


Per descrivere il modello di madre
conosciuto nei giorni scorsi,
devo convincermi
di essermi fumata La Pimpa.

mercoledì 13 ottobre 2010

Fashion Week? Direi Gay Pride. Tempi duri per la femmina etero_2° puntata

Dopo l'evento Sisley, la settimana della moda per me è proseguita all'Ottagono.
Al Fashion and Design Week / 23-26 settembre.





Vi voglio parlare delle performances? (sfilate con scenografie di design?)
NO

Vi voglio parlare della grafica? Dell'impianto scenico? Che pare 'na cazzata a vederle ste cose, ma dietro e prima c'è il lavoro di squadre di nerboruti che si fanno il mazzo per 25 ore al giorno.
NO

Prima GRAZIE poi le premiazioni

In questo periodo sospeso.
In cosa?
In tutto, tempo, spazio, densità, cazzate dette/fatte/subite
Con me che entro ed esco dal mio blog come si fa dai capi che si continuano a testare per aderenza.

Mentre me la giro a destra e a manca, ma soprattutto dentro al mio diavolo di cervello, che credo non abbia tantissime stanze, ma di scappatoie ne prevede a iosa...

giovedì 7 ottobre 2010

lunedì 20 settembre 2010

Ma alla fine mi sono vendicata


 40 settimane all'alba si è concluso.

Sono al mondo.
Acquattata nella culla come una murena nella grotta.
Incazzata uguale.

Meglio non muoversi o piovono minacce di schiaffoni per tacitarmi.
E poi, ipo-nutrita, il lusso di muovermi mica me lo posso permettere.
Lì. Muta. Immota.

Ma prima o poi vi becco.
Ah se vi becco.
Pianificare.
Armi e situazione.

La femmina a me pare più stronza.
Il maschio abbaia, ma lo fa solo se preso per sonno o per fame.
Giuggiolone.
Comanda quell'altra. E' evidente.

Attendo l'allontanamento del Generale dal Campo base.
Uscirai senza di me prima o poi.
Per farti sgorillare le gambe.
O potare il tupè.


'nfatti.
Mi lascia con il Giuggiolone.
Valuto velocemente che tra le minacce della Virago che mi vuole ritrovare intatta al suo rientro e l'infastidimento da pianto neonatale...
La prima eventualità vince con il suo potere castrante, quindi...
NNNNNNNNNGHèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè
NNNNNNNNNGHèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè
NNNNNNNNNGHèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè

Dai, affacciati... raccattami...
Che se quella che ha sfanculato la suora mi ritrova paonazza al suo rientro
son cazzi acidi.

NNNNNNNNNGHèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè


Tump tump tump
Spunta
Eccoti qua.
E raccattami, Santo Dio.
Peso poco, accidenti a voi!
E tirami su, soffrirai di ernie negli anni a venire e comunque non per colpa mia.
Ma non ora

Mi prende! Mi prende!
Sono in braccio
Fase 2
PROOOOOOOOOOOOOOOOOOTTTTT!
Guerra chimica. L'unica possibile in funzione dell'arsenale a mia disposizione.

(i tempi che corrono prevedono solo pannolini di stoffa. Quando pugnalo, pugnalo bene.)

Panico. Bagno. Pannolino lanciato nella vasca. Lavacro. Ripannolinata.
Fa' per appoggiarmi
NNNNNNNNNGHèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè
Mi ritira su.
PROOOOOOOOTTTTT! SQUARAUSSSSSSS!!!!!

Panico. Bagno. Pannolino lanciato nella vasca. Lavacro. Ripannolinata.

NNNNNNNNNGHèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè
Genitore disperato addocchia lettone matrimoniale.
Decide che il saltello selvaggio mi sederà.
Glielo faccio credere
Devi sudare! Aguzzino!

Zomp zomp zomp
Quello paonazzo è lui.
Rallenta per non morire
NNNNNNNNNGHèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè
Ricomincia
Zomp zomp zomp
PROOOOOOOOOOOTTTTTTTTTTTTTTTTTTTT

Panico. Bagno. Pannolino lanciato nella vasca. Lavacro. Ripannolinata.
Zomp zomp zomp
Diminuisce la verve
NNNNNNNNNGHèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè
sangue sudore e lacrime voglio vedere!!!
Qui ci si ferma solo quando sarò soddisfatta!!!

La vendetta si è consumata nel tempo di un taglio e una piega
La Virago Disconoscitrice al suo rientro ha trovato:
  1. aria irrespirabile e putrescente
  2. vasca piena di pannolini e merda
  3. letto disfatto, molle distrutte, rete sfondata
  4. Marito con faccia alla Picasso e fornito di un nuovissimo kit di tic nervosi.
Colpiti e affondati
Com'era?





lunedì 13 settembre 2010

I sempre nel mai.

"Stasera, ripensandoci, con il cuore e lo stomaco in subbuglio, mi dico che in fondo la vita è così: molta disperazione, ma anche qualche istante di bellezza dove il tempo non è più lo stesso. E' come se le note musicali creassero una specie di parentesi temporale, una sospensione, un altrove in questo luogo, un sempre nel mai.

Si, è proprio così, un sempre nel mai.


(...)

Perché d'ora in poi, per te, andrò alla ricerca dei sempre nel mai.
La bellezza, qui, in questo mondo."

L'eleganza del riccio, Muriel Barbery

Queste parole, la prima volta che le ho lette, mi hanno commossa profondamente.
Perché sentivo la potenza di un sentimento invincibile nelle loro radici, nella loro genesi.
Un sentimento cresciuto con la conoscenza e la condivisione.
Mi sono suonate come una promessa di dedizione e fedeltà, nuova e incondizionata e costruttiva

A volte sono troppo vulnerabile per rileggerle, anche se vorrei assaporarle, facendole rotolare lentamente sulla lingua, dipanandole dolcemente nella mia testa.
Ma in quei momenti, sono un lusso che non mi posso permettere.

Oggi, anche se mi sento una mousse di cacca sono andata a ripescarle.
Perché oggi ho bisogno di credere ai sempre nel mai.
E non solo lavorativamente parlando.


Di solito sono caparbia come una testuggine corazzata.
Anche se il mondo che mi circonda pare essere stato messo li apposta per ridurmi a un semolino.
Ed è vero, ogni tanto mi ammollo, come il pan biscotto nel latte.

E quindi oggi il mantra è questo
I SEMPRE NEL MAI


e siccome sono distratta come una falena davanti alla fiamma, forse, se lo scolpisco in un post me lo ricordo un po' più a lungo... sperem


avete mantra voi?

mercoledì 8 settembre 2010

Ricatto d'amore 2009 / (Per la valle, per la valle, per i maschi con le palle)

Questo film, indegnamente, partecipa a Buio in Sala n° 10 mercoledì cinematografico di Nati per Delinquere

Io sono sempre stata quella dei film leggerini per lo meno, imbecilli per lo più.
E non voglio smentirmi, pur latitando da luglio.
Con la cenere della mia autostima al rogo, causa cassa integrazione, mi cospargo il capo.


E mi rimetto in pista.
Mettetevi comodi, spengo le luci.
Ricatto d'amore è un film delizioso. Leggero, carino, simpatico.
Non proprio un film da niente, ha avuto un sacco di nomination ve'!!!
Non ha vinto una cippa inamidata (non è vero su 200 nomination 3 si sono concretizzate), ma ve lo consiglio perché vi farà passare qualche momento spensierato.

Ho come sempre le mie obiezioni.
La Bullock è patatissima, senza dubbio, però comincia a diventare poco credibile come fidanzatina.
E non dico d'America, ma di quella bomba sexy di Ryan Reinolds
(del resto il caro infante è il marito adorato di Scarllet Johansonn, mica pizza e fichi!).
E se di viso a volte non mi convince
(io che ho fotomodelli a grappoli che mi pendono come pipistrelli dal soffitto della camera da letto, in attesa di essere da me prediletti in notturna)
Il corpo... oh, il suo corpo!!!
Sposo la causa dell'uomo oggetto e i consiglio ASSOLUTAMENTE di guardarlo in Blade 3, dove l'innesto del suo addominale nell'anca fa sciogliere, causa bollori, in un'interpretazione innegabilmente da Oscar!!!

















ehm, sono qui per documentare, queste immagini da Blade 3 ve le dovevo e me le dovevo -.-

Torniamo alla commedia romantica
E' vero che le storie tra uomini e donne, con più o meno ampi divari epocali (parola scelta non a caso), sono ormai la norma, ma io continuo a trovarli poco verosimili. Ok? Grazie.
Per cui la Bullock patatissima con il bollente Ryan... mmmm vabbè, anche perché lei non è proprio il tipo sexy. Ma procediamo.

Io la mattina mi sveglio rincoglionita, mi scavano dal letto con le bombe a mano.
Mi sento fossile del pleistocene mirabilmente fuso con lenzuolo.
La Bullock no.
Si spara lo spinning, in camera da letto, con paesaggio simulato nel super plasma e nel frattempo legge pure un manoscritto.
Poi si doccia, capelli compresi, e truccatissima, tiratissima, con un tailleur dipinto addosso fa colazione studiando dei documenti.
Il massimo esercizio mentale che faccio io la mattina è cercare di ricordarmi dove ho parcheggiato la macchina.
Se l'ho parcheggiata lontano, all'esercizio mentale unisco anche quello fisico (la versione mia dello spinning Bullockiano)
Arrivo(-vavo) in ufficio e mica trovavo lo stragnocco ad aspettarmi con caffè di Starbucks.
No no, adorabile ed efficentissima segretaria si, ma donna e ultracinquantenne e macchinetta del caffè a gettoni!
Che a pensarci bene... meno male. Pensa se perdevo anche l'assistente da sturbo. E chi si ripigliava più??? Va bene la crisi del neurone, ma quella dell'ormone non avrei saputo gestirla.

Non voglio dire troppo perché il film è relativamente recente e quindi non mi pare il caso di bruciare la trama.
Perché potrebbe venire voglia di vederlo.

Ma, ci tengo lo stesso a precisare che:
  1. una donna non può avere un'acconciatura impeccabile da mane a sera
  2. una donna non può girare su tacco 15, muovendosi pure con i mezzi, da mane a sera
  3. una donna non può avere un lavoro della madonna e un assistente fotomodello e pure straefficiente
  4. una donna non può lavorare 18 ore al giorno, we compresi e fare lo spinning appena alzata
  5. una donna non manderebbe davvero il segretario maschio a comprarle i Tampax
  6. una donna per quanto imbalsata dall'affetto delle nuove conoscenze NON INDOSSEREBBE MAI UN ABITO DA SPOSA COME QUELLO, un abito che fa sembrare cessa Sandra Bullock, figurati a me!
La Special One di questa pellicola è... indovinate? Beh Nonna no?
E vi lascio con quella che secondo me, è la scena più bella di tutto il film. Buona visione!


martedì 7 settembre 2010

CASSA INTEGRAZIONE - come ti cambio la vita in un clik


Finiscono le vacanze.
E smadonni, smadonni, smadonni perché in ufficio non ci vorresti tornare.
Più per pigrizia che per altro.
In realtà ti aspetta un autunno pregno di eventi, hai tanti frutti da raccogliere.
Ti accompagna la sana curiosità di vedere come evolveranno certe situazioni.
Hai nuove idee che frullano come cardellini in gabbia
(cardellini perché sono idee carine :))
E c'è da dire che essendoci pochi neuroni nel cranio, queste idee frullano libere.

E poi settembre è il vero 'inizio d'anno'
L'aria cambia, in temperatura, consistenza e odori che porta con sé.
L'aria cambia, diventa frizzantina, finalmente la pressione risale
e tu riemergi dallo stato di larva di una prugna secca.
Inizi a diventare la larva di una prugna reidratata
E poi, timidamente, ricominci a sfarfalleggiare.
Le tue gambe non hanno più il peso specifico del piombo e tu saltelli più leggera.

Si torna al lavoro
Quando arrivi però scopri che la dirigenza è saltata
(molto più grave di quando salta la corsa della diligenza -.-)
4 ore dopo scopri che sei saltata anche tu.
Come nelle migliori commedie americane
Tipo Donna in carriera
Non avresti mai pensato che il tuo destino fosse legato a quello dell'AD
Rimpiangi di non essere l'ultima ruota del carro che lavora nell'ombra e che nessuno caga
Ti senti nuda
Tu sei il tuo lavoro
O per lo meno è quello in cui stai investendo esclusivamente
Da quando si sono impacchettati il tuo cuore e se lo sono portato via


Uno strappo velocissimo
il suo ruolo non è più necessario
con quello strappo ti si scoperchia il tetto della baracca che avevi costruito per proteggerti dal mondo
e invece della pioggia
sul capo ti crollano bollette, scadenze, impegni, paure
insicurezze
cassa integrazione
e la tua vita non è più lì
E' cambiata un'altra volta
Senza preavviso

Cos'è questa?
Un'opportunità?
Una difficoltà, l'ennesima, da superare?
Sfiga?


Nella vita precedente ero Pol Pot?





Sto tirando le somme
Ma i conti non tornano




mercoledì 1 settembre 2010

Gatte Morte e meritocrazia

ho un gatto
assiduo attentatore di stinchi.
indefesso
mordace
devoto
goloso
adultero
capriccioso
metereopatico
degustatore
stakanovista
attentatore di stinchi.

riconosce me come sua unica dea femmina.
soffia come il demonio a qualsiasi essere umano che non venga da me sdoganato in questo universo.
Universo che la più parte di noi percepisce come reale.
Ma lui se ne frega della 'più parte di'.
Suffice lo percepisca io
Io resto del mondo... beh... 'fanculo.

Una vita che mi impongo di avere cervello
Come donna
Di non rompere i coglioni
sempre come donna
Di rispondere
nel senso di AZIONE > REAZIONE
sempre come donna

insomma
senza sembrare una Marilyn, figa ve', ma non ulteriormente lobotomizzata
ho cercato di restare me stessa perché truffare la gente mi fa cacca.

e?
e ho visto il più primordiale dei meccanismi riprodursi nel mio gatto.
Nel mio primordiale, atavico gatto.

Lui soffia sempre
contro tutti
si trasforma in un demonio

Ma
cambiamo casa
vicina di balcone
Zoe
Con una voce roca
da gattaccia, zoccolaccia di strada
maooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo


e lui, lui che avrebbe trasformato tutti in scendiletto
lui castrato
lui dilata le pupille
lui spalma il ventre a terra
lui si acquatta
lui si gira
mi cerca
chiede a suo modo 'che è??!!'

lui incorruttibile
lui diventa peggio del burro a + 250° nella Valle della Morte
di fronte a una femmina, che non è la SUA femmina
('ché quella sono io, quella consacrata da legge, ciotole, crocche, scatolette e cassette ripulite)
non sa che fare.
ma farebbe tutto
per una che non si è sudata niente


quindi
femmine
siete davvero sicure?
sicure come pensavo di esserlo io
che fare la
GATTA MORTA
in fondo
non paghi di più?


è come la storia della meritocrazia in Italia
'ché?
qualcuno ancora ci crede????
aahahhahahahahahahahahahahahhhahaahahahahah

lunedì 30 agosto 2010

Candide di Voltaire - Nel migliore dei modi possibile nel migliore dei mondi possibile

Radio - Intervista alla gente comune - un argomento a caso
Tra le domande: Cosa ti fa davvero arrabbiare? Cosa non sopporti?
Risposte
La falsità
La stupidità
Chi mente
I disonesti
Chi non porta rispetto per gli altri
Chi tradisce
Chi truffa
Chi ruba
Chi abbandona gli animali
Chi picchia le donne
Chi / Chi / Chi

Televisione - Intervista alla gente comune - un argomento a caso
Tra le domande: Cosa ti fa davvero arrabbiare? Cosa non sopporti?
Risposte
La falsità
La stupidità
Chi mente
I disonesti
Chi non porta rispetto per gli altri
Chi tradisce
Chi truffa
Chi ruba
Chi abbandona gli animali
Chi picchia le donne
Chi / Chi / Chi

Quotidiano/Settimanale/Mensile - Intervista alla gente comune - un argomento a caso
Tra le domande: Cosa ti fa davvero arrabbiare? Cosa non sopporti?
Risposte
La falsità
La stupidità
Chi mente
I disonesti
Chi non porta rispetto per gli altri
Chi tradisce
Chi truffa
Chi ruba
Chi abbandona gli animali
Chi picchia le donne
Chi / Chi / Chi

Sondaggio internet - Intervista alla gente comune - un argomento a caso
Tra le domande: Cosa ti fa davvero arrabbiare? Cosa non sopporti?
Risposte
La falsità
La stupidità
Chi mente
I disonesti
Chi non porta rispetto per gli altri
Chi tradisce
Chi truffa
Chi ruba
Chi abbandona gli animali
Chi picchia le donne
Chi / Chi / Chi

Italiani brava gente...
Possibile? Possibile che tutti aborrano le cose succitate?
Quindi? Gli unici 4 stronzi rimasti in circolazione con la morale deviata li ho incontrati tutti io?
O cercare di dare la risposta giusta, la risposta che crediamo gli altri si aspettino da noi è un vizio a cui nessuno riesce a resistere?

Certo quelle succitate sono tutte aberrazioni comportamentali che ognuno di noi dovrebbe combattere...
Ma c'è da chiedersi com'è che siano comunque così diffuse.

Cosa mi fa arrabbiare? Nella vita di ogni giorno? Senza ragionare per massimi sistemi?
Chi cerca di prendermi per il culo
Ancora di più chi ci riesce
Fuori casa più di ogni altra cosa mi dà fastidio la gente che puzza o che sputa a terra o che mi ruba il posto a sedere o che si mette le dita nel naso
Quelli che sbattono la bocca quando masticano
Quelli che succhiano il brodo
Quelli che urlano al cellullare pensando che me ne freghi qualcosa dei cazzi loro mentre cerco di farmi i meglio affari di quello a due tavoli più in là...
Quelli che in macchina cercano di uccidermi per arrivare 3 secondi prima in ufficio
Quelli che si fanno comunque sentire anche se gli hai fatto chiaramente capire di andare a ranare
Quelli che non si fanno mai sentire e quando si fanno sentire mi chiedono di cambiare i miei programmi per esserci inseriti...
Quelli che hanno una vita piena di compromessi eppure si pregiano comunque di giudicarmi
Quelli senza abbastanza palle per fare la figura degli stronzi
etc etc etc

Cose così insomma...
Meno buona ma più realista? O carogna e basta?
Non lo so, ma a sentire la gente che parla alla radio le galere dovrebbero essere vuote.
E noi dovremmo essere tutti Candide
Alla faccia di odiare la falsità

Voi cosa odiate?
Oltre al lunedì, ovviamente...

mercoledì 25 agosto 2010

La Moglie del Tuo Amante (o presunta tale): standard di risposta.

Eccoci.
Niente a che spartire con titolo del post?
Tutte sante? Probabile.
Ma spesso, se vi chiama una moglie tradita non è detto che siate davvero fedifraghe o delle schifose senza ritorno.

La telefonata della moglie tradita può rientrare nel range degli scherzi telefonici.
Ve lo assicuro.
E' capitato a Nonna.

Nonno era ancora vivo, quindi era prima del 1994.
Calcoliamo: tra i 15 e i 20 anni fa.
Con Nonna tra i 67 e i 70 e fischia.

Il Mio Migliore Amico Gay (ho diverse categorie di migliori amici, per ampliare il ventaglio di gente a cui chiedere favori pesanti: la Migliore Amica Femmina, il Migliore Amico Maschio, il Migliore Amico Gay, la Migliore Amica Gnocca etc, voi no? Non usa su questo pianeta??? :DDDDD), beh comunque il Mio Migliore Amico Gay ha eletto Nonna idolo assoluto dopo la sua risposta alla Moglie Tradita.
E ovviamente l'anedotto è entrato negli annali della Famiglia.

Interno giorno / Driiiiiiiiiiiii 1 /
voce di una ragazza / amica in sottofondo che sghignazza:
Buongiorno, sono la moglie di Guidobaldo, so che lei ha una storia con mio marito. Non si vergogna??? Lei è una rovina famiglie!! Una poco di buono. Una Mantide Religiosa!!!

(evidentemente la sgallettata facendo a caso un numero non sapeva di essere inciampata in una donna che aveva superato i 65, altro che mantide religiosa. Cioè, teste ne stacca pure, ma quella a rischio era della pischella)

Nonna

Guardi che ha sbagliato numero, non conosco nessun Guidolbaldo e al massimo aspetto di fare la Vedova Allegra, mutazione dalla Vedova Nera. La mantide come insetto mi repelle. Religiosa o laica che sia. Buonasera. 

CLIC

Ti aspetti che sia finita così no?
Naaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa.
E già. Perché?
Il DRiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii 1 si è ripetuto n volte, con poche varianti di accuse, essendoci dall'altro capo della cornetta delle celebrolese, e con diversi florilegi dell'Ava in risposta. Che però non fiaccavano definitivamente lo spirito delle 2 Edere del Telefono

Q U I N D I

Sul far della sera (h 19 circa) / Driiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiin conclusivo
Le 2 Cretine di Cui Sopra
Stesse identiche accuse + mio marito mi trascura (amica in sottofondo che sghignazza) è colpa sua, si vergogni, lo sottrae alla moglie che ha bisogno di sentirlo vicino e passare del tempo con lui etc etc, lei lo monopolizza etc etc

Nonna (con le gonadi sfracassate, limandosi il canino direttamente contro il muro di cemento incazzato e armato al contempo)
Ah, guardi Signora Mia, lei ha perfettamente ragione
silenzio assoluto dall'altra parte della cornetta, panico, impreparazione al dialogo costruttivo
Sisi, Lei ha proprio ragione. Suo Marito la trascura.
Sa, io non è che lo amo. Solo che mi fa trascorrere dei momenti diversi dal solito tran tran
Panico totale dell'avversaria, qualche ehm ehm appena abbozzato
Per cui non avrei difficoltà a condividerlo con lei, non voglio portarglielo via sa!
Sotto vuoto spinto di là (qualcuno deve essersi anche cagato addosso)
E gliel'ho anche detto sa! Tipo, domenica scorsa gli ho detto: "Caro, ma perché non porti anche tua moglie a prendere la cioccolata con noi al Motta, tanto ormai è al corrente."
E SignoraMia, sa cosa mi ha risposto lui???
Collassata dall'altra parte, "Ehm, io no, io... non saprei"

Nonna col Botto
Mi ha risposto 
"Cara, non è possibile portarla con noi, perché sai... MIA MOGLIE SCOREGGIA COME UNA CAVALLA IN CORSA!"
Signora Mia, come dar torto a sua marito, ma lei è ancora giovane, si faccia curare! 
Tante care cose eh!

... Stranamente Nonna non è più stata insolentita telefonicamente!
Ciaps.

sabato 21 agosto 2010

Vagina: ginnastica, chirurgia estetica, beauty care and much more!!!

Non c'è pace tra gli ulivi.
Credo lo abbia detto Gesù Cristo,  che anche nel Sepolcro lo han lasciato in pace solo per tre giorni, quindi, se non lo sa lui che non c'è pace nemmeno tra gli ulivi... Chi sono io per oppormicisivi???!!!

Fa caldo, sono assolutamente di un umore marcescente causa ormoni che fanno la Corrida, il ventilatore va, sfoglio le riviste e? ... e????

E su 'Grazia' n° 33 mi morde il naso questo bell'articoletto:  
FATTORE V - Maschere rivitalizzanti, restyling all'acido ialuronico, e trattamenti anti-age. Ma anche (esticazzi, pure??? c'era bisogno d'altro???) fitness pelvico e chirurgia plastica genitale. La medicina estetica scopre il Fattore V

Minchia, (così, fuori contesto). Cioè, già mi impegno come uno stercoraro in un campo di stitici per contrastare il crollo facciale (e ascellare, me lo dico da sola, prevengo che tanto qualche carognetta poi me la caccia :D) e adesso?
Anche il crollo vaginale?
No dai, per favoreeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee. Son stanca io.
Crema per il contorno occhi, siero, vitamina C, E, vitamina EsticazziNo?, integratori capelli/pelle/cellulite, balsamo, impacchi, crema ginocchio, crema ascella, crema avanbraccio, interno coscia, esterno orecchio, il seno che crolla, la pappagorgia che si rilassa, il lobo che non ne può più (ahahah io non ce l'ho il lobo, almeno quello non può crollare tiè!)

Rassoda, imbroda, impasta, consolida, impalca... ma sono un essere umano o un'infrastruttura?
Vivo per me stessa o per farmi transitare dal mondo?
che è?
sono confusa. 

Andiamo con ordine, ok? Seguendo l'articolo ma sintetizzando parecchio

LASER E TECNICHE SOFT
  1. acido ialuronico per l'aumento delle grandi labbra / rossettazzo no? ci sono quelli pump lift pulp
  2. acido ialuronico per l'aumento delle piccole labbra / rossettazzo no? e 2 ci sono quelli pump lift pulp
  3. restringimento laser del canale vaginale (e per il passare del tempo e per un parto) / argomentiamo per favore che per il parto ci può stare, ma chi sovraintende alla decisione del singolo? e in base a quali parametri?
  4. ricostruzione dell'imene  / ???? stiamo parlando di violenze subite e quindi della perdita del fiore della propria verginità o stiamo parlando di donne che vogliono illudere uomini che quella che stanno cogliendo è la loro prima rosa inviolata? (ENORME DIFFERENZA)
  5. liposuzione del pube / -_- se raccimolo dei soldi mi liposuggo la coscia altro che il pube, in seconda battuta viene l'interno del ginocchio
  6. amplificazione del punto G  / ndb Lipstick Jungle, Niko va dal dottor G per questo simpatico trattamento, se una formica starnuta in australia e lei sta a NY, ha come minimo un orgasmo multiplo... detta così è carina, ma se qualcuno ti approccia d'appresso che succede? è come se ti grattassero i nervi con una lama da barba Wilkinson???
NON CHIAMATELO LIFTING
idem della chirurgia estetica di corpo e viso. Ovviamente domina il buon senso. OVVIAMENTE??? certo come no, infatti nella chirurgia estetica tradizionale il buonsenso lo vediamo bene come predomina.
(canotti al posto di tette, labbra e zigomi come minimo)
Attenzione ci rassicurano: è nata l'ARPLEG Associazione europea di ringiovanimento e chirurgia plastica ed estetica vaginale... fiuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu!!!! (www.arpleg.it)
Loro sono qui per garantire che in area vaginale il botox non si usi per scopi estetici (vedi rossettazzo sulle grandi labbra), ma per patologie reali e serie come la vulvodinia. Come tutto il resto della chirurgia estetica no?
Buonsenso e reali e serie patologie.....
Ma nessuna davvero ha ancora capito che dalla parte dei pazienti ci sono esseri umani fragili e vanesi e che dalla parte dei medici ci stanno esseri umani fragili e avidi???????? Vaccalè.
Negli States... beh negli States ci sono i VAGINA DESIGNERS... sto ancora aspettando il designer d'interni del mio post su SEx & The City, (e per interni intendo quelli in mattoni del mio appartamento, non del mio utero)

IN LISTA NOZZE
ve la faccio breve con dei neologismi
VAJAZZLING = vagina + dazzle = vagina che abbaglia = depilazione totale (e fin qui ci sono) + applicazione di stickers trasparenti ornati di cristalli. -_- Jennifer Love Hewitt lo fa... avanti popolo alla riscossa!!!!!
VAJACIALS = trattamenti di bellezza come maschere rivitalizzanti, sbiancamenti anali, creme antiaging...
FOUFOUNISTA = Francia, [Foufoune = vezzegiativo per vagina (= patata, gigia, farfallina, topina etc)] = fashionista fedele alla depilazione integrale e superattenta alla bellezza della sua foufoune
(e io che mi sentivo avanti perché spalmando idratanti mi pareva equo idratare pure Lei, mah!)

GINNASTICA DEL PAVIMENTO PELVICO
Ok, questa questione è più seria, ginnastica post partum, contro incontinenza e rilassamento della muscolatura pelvica e per il mantenimento dell'efficienza dell'apparato preposto al piacere.
Se su questo punto sono d'accordo in linea di massima, non mi vedo proprio ad aggiungere a 
  1. due litri di acqua al giorno
  2. poco sale
  3. pochi grassi
  4. niente zuccheri
  5. integratori
  6. fitness corpo
  7. finess vagina
mi sembra che il confine si sposti sempre un po' più in là.
Kegel, coni per la vagina, pesi per la tonicità vaginale, io credo che sia tutto buono, finalizzato e giusto e che mi farebbe pure bene. Ma con il mio carico di stress chi parla????
15 minuti al giorno ginnastica per la vagina?
Sono pigra, vorrei farcela, vorrei guadagnarmi fantastici orgasmi e salvarmi dal Tena Lady, ma non so se il mio lassismo me lo permetterà!!!!
(soprattutto vorrei fantastici orgasmi, sono davvero sincera)


Ma è tutto troppo, come facevano le donne prima??? E poi ci stupiamo se gli uomini diventano branchi di froci di fronte a donne troppo performanti???
Io voglio comandare, ma non voglio che lui se ne renda conto, o che diventi un mitile ignoto perché si sente schiacciato!!!!
Ci vuole astuzia mannaggia!!!

Comunque prendiamo atto che la nostra Vagina impera.
Ricordate la puntata di Sex&TheCity in cui Charlotte pensa di avere la vulvovaginite (o qualcosa di simile) ma in realtà la sua vagina era solo depressa perché lei non l'aveva mai guardata?
E alla fine della puntata, prende uno specchio e si osserva nella 'selva selvaggia e aspra e forte' (caro Dante!) e resta stupefatta? Ragazze, guardiamola, parliamole, ma non riduciamola a uno strumento avulso da noi.
In che senso avulso da noi?
Vi lascio con un video illuminante

giovedì 19 agosto 2010

Simbolo di un'estate

All'inizio dell'estate ho comprato questo panama.
Volevo vivere una stagione che facesse pendant con lui.
Pelle accarezzata dall'aria o sferzata dal vento (ancora meglio), piedi nudi, profumi intensi di terra, di orto, di mare, colori vividi ad accecare gli occhi.
Tessuti fragranti, croccanti.
Consistenze morbide, rilassate.
Mollezza, oblio e rigenerazione.
Sulla mia volta cranica un affresco abbastanza preciso dei giorni che avrei voluto vivere.

Non è ancora finita, ma sono decisamente in ritardo con la tabella di marcia.
Negli ingranaggi del mio essere c'è sempre qualche piccolo crac che mi impedisce di prendere la mia tavolozza celebrale e utilizzarla per colorare il mondo con le tinte dei miei desideri.


Anche un colpo di pennello piccino picciò, per dimostrare a me stessa che non sono capace solo di sognare...

martedì 17 agosto 2010

Aria di montagna e lo scalpo ci guadagna!

Aria & Acqua pulita, proscalpo!!!
Ammetto:  inutile post di testimonianza fotografica.
Sorry
Immortalavo!

domenica 15 agosto 2010

Cartoline, come 'una volta'

Domenica 24 Ore.
Articolo di fondo
Cartoline ieri, Twitter oggi.
1870, Comune Francese, nasce la versione 0.0 dell’sms
Necessità: la posta doveva essere più leggera per il trasporto con il pallone.
Plus: costo ridotto
Minus: meno spazio per profondere la propria anima, perdita della privacy
Ma analizzando: meno spazio, si abbassa drasticamente la possibilità di dire cazzate; perdita della privacy… la perdita della privacy di una cartolina del 1870 (e di tutte le altre fino a oggi) rispetto alla volontaria perdita di privacy dei giorni nostri in Twitter o Facebook, sta come il rutto di un cardellino a quello di un T-Rex. Quindi...

Consacrazione dell’sms versione 0.0: 1889 Esposizione Universale.
Come: 300.000 cartoline con l’avveniristica Tour Eiffel in effige vengono alla luce. E se ne vanno per il mondo.

2010: la cartolina ormai ha tirato le cuoia. In tempo reale tutti informano tutti di tutto. Si è persa la poesia. L’unica cartolina che ho ricevuto da anni me l’ha spedita mia zia dalla montagna a luglio.
E in realtà era più per il gatto che per me, in quanto ritraeva un felino a lui molto simile, in una posizione da lui spesso adottata. 
Però il sottile piacere di coglierla come un frutto delizioso dalla cassetta della posta, non lo vivevo da tanto.

Oggi la cassetta della posta è un infido nido di vespe incazzate e conti da pagare: avvisi di scadenza, bollette, estratti conto, notifiche di multe e/o altri svariati accidenti.
Alcune cassette hanno incorporata anche una mazza ferrata per l’inguine, così la martellata
arriva diretta a illividirti la zona preposta.
Quando giungi chez toi la sera dal lavoro e sbignando, la vedi vuota, ti aspergi la fronte con sollievo: grazie a dio non è arrivata la rata della macchina!

Ricordo invece le estati quando, l’arrivo del postino, spesso, significava che il pensiero di un’amica o di un amico stava per raggiungermi.
Parafrasando: molte cartoline, molto onore.
La popolarità veniva misurata anche dallo spessore del mazzetto della corrispondenza estiva ricevuta.
Spesso il pensiero più recondito, ma più sincero celato dalla cartolina era: ciccaciccabù guarda dove sono, tiè rosica!
Ma, se non altro, il fetente doveva essersi recato ad acquistare l’oggetto e il simpatico francobollo, doveva essere partito da casa premunito di indirizzo (perché mica ti poteva esseemmessare per chiederlo) e doveva aver versato almeno una goccina di sudore per non fare la figura del lobotomizzato con uno stitico: Qui è tutto bellissimo!! Buone vacanze dal tuo amico Anastasio

Le cartoline mi mancano tanto, anche le lettere… e a voi?

E siccome non voglio predicare bene e razzolare male… vi ‘mando’ qualche cartolina, metto le mani avanti… sono parecchio bucoliche!
B U O N_F E R R A G O S T O_A_T U T T I

































giovedì 12 agosto 2010

Prima di partire, fai il pieno, controlla i livelli, gonfia le ruote / ma non parlare con Nonna.

Ieri ho pulito casa per benino, smistato le pattumiere e fatto le valigie.


Quali vuoi? Le argento? O le blu e rosse? Dai, deciditi. Cosa preferisci? Le argento stan bene con tutto. Le blu e rosse sono più naife…allora?

Eh?
No, non lo sto chiedendo all’amica con cui andrò a far casino a Mikonos, parlando dei sandali più sexy.
Parlo con il gatto.
Voglio sapere che ciotole si vuole portare dietro.
E allora? Ognuno ha i suoi problemi!!!

Insomma, faccio tutto.
Devo solo andare al super a prendere 2 o 3 cose che mi saranno indispensabili appena tornerò a casa.
Dimentico il cell a casa, torno indietro? Ma no, ci vogliono 15 minuti.
Chi vuoi che mi cerchi.

Ebbrava.

Rientro, dal tavolo si innalza una piccola pira di fuoco e denso fumo.
‘zzo! aMicio!!! Hai iniziato a farti le canne? Malboro rosse???
No, è il mio cell.
Ci saranno tipo 15 chiamate.
Squilla ancora

Pronto! (MiaMadre)
Chiama Nonna, ti sta cercando. E’ preoccupata.
Ma è successo qualcosa? Sta bene?
Si si, dice che ti deve parlare prima che tu parta.
Evvabbè.
Adesso chiamala, SUBITO, che se no mi frantuma anche l’altro timpano.
Ok Ok!

Controllo, in effetti le 15 chiamate erano dell’Ava
Mica faccio in tempo a chiamarla io
DRIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIINNNNNNNNNNN
Eccola, inesorabile;
Come la morte, le tasse, i capelli bianchi e la cellulite.

Pronto!
Ciao Stellina di NonnettaTua!
Ciao Nonna; mi ha detto Mamma che sei preoccupata. Vado piano stai tranquilla!
Eh? Ah, si bravabrava. Non fare stare in pena NonnettaTua, ma non chiamavo per quello.
… dimmi allora, ha detto Mamma che sei preoccupata
Si TessssssoroMio. Dì un po’ a NonnettaTua… ce l’hai un morosetto?
-_-, no Nonna, non ce l’ho. Non mi interessa. Ma non ne abbiamo già parlato??!!
Si, Tesoro è vero, ma son passati mesi dall’ultima volta che ne abbiamo parlato.
E non è cambiato niente. Hai soluzioni tu?
Sisi!! Ti chiamavo per quello
Che culo! Consigli come quelli del pareo?
Sisi! Ho messo apposto i miei cassetti.
E?
Ho della biancheria bellissima, tutta pizzi e voile!
Duse, sei scesa dal palcoscenico della spiaggia… forse sarebbe ora di scendere anche da quello del boudoir non credi??
Sisi Stella, ma infatti l’ho preparata per te. Passa che la metti in valigia! A mali estremi….


Alè, ok. Mia Nonna ha l’animo della mondana.
Adesso si che parto con l’autostima alle stelle!

sabato 7 agosto 2010

Prequel_in tre atti_e conclusioni


Sono venuta al mondo con taglio cesareo.
Questo solo per dirvi perché mia madre non mi ha vista immediatamente al mio sorgere, come Venere dalle spume delle onde.

Lei da giovane (anzi giovanissima, posto che poi mi ha messa al mondo a 27 anni) aveva ben pensato di schiantarsi il bacino sciando.
Io di mio, per agevolarla, ho ben pensato di mettermi podalica e di trovarmici pure a mio agio.
Il ginecologo ha ben pensato di ricamarle il basso ventre.
Ed ecco qua le componenti che hanno determinato la meccanica del mio affacciarmi alla vita.

Sono nata di 3,5 kg, lunga 50 cm.
Ho lasciato mia madre stesa e incosciente sul tavolo operatorio.
E mentre mi portavano in reparto ho raccattato l'ittero in corridoio.
Son diventata 2,5 kg di limone.
Come limone comunque ero di ragguardevoli dimensioni!
E piangevo pure, cosa che quasi nessun limone sa fare.

Atto I
Giunto il momento di presentarmi MiaMadre, una suora mi ha portata fino a lei per farmi rimirare.
Mamma mi ha vista, una crisi isterica l'ha colta, e ha urlato:
E' TROPPO BRUTTA NON è MIA FIGLIA!
La suora genialmente ha proferito:
Signora non pecchi di superbia
Mamma, che tanto era già stata imputata di un vizio capitale, le ha soffiato contro
Lei vada affanculo (giuro, dandole del lei)
Il ginecologo intervenuto a placare le acque ha dovuto invece salvare la vita a mio padre che stava soffocando dal ridere.
In conclusione: la suora è uscita di corsa per andare a inoltrare richiesta di scomunica express per mia madre; a mia madre per quanto ero brutta è andato via il latte dallo choc; io ho subito il primo trauma emotivo della mia vita; mio padre e il ginecologo mi hanno subito dato mostra che gli uomini non servono a niente.

Atto II
Tutti i parenti al vetro per rimirarmi mocciosa nella culla
(MiaMadre non presente perché stava cercando di convincere la direzione che, tra sala parto e corsia, avevano scambiato i braccialetti, ero troppo brutta).
MioPadre fiero (ah, Papà! Tu si che mi vuoi bene anche se sono gialla canarino) mi indica:
E' quella lì!
I commenti si sprecano: ma che bella (facevo schifo solo a mia madre) / com'è lunga / quanti capelli / assomiglia tutta a sua madre (se vi sente vi denuncia, sta cercando di convincere il mondo che sono troppo cessa per essere sua figlia) / no, a suo padre / però ha l'orecchio del nonno / il pelo del naso dello zio / la vena varicosa di nonna / ha preso qualcosa anche dalla vicina di casa (-_-)

Vanno avanti così per un pezzo con MioPadre pettorutissimo, finché arriva un'infermiera, si intrufula nel cespuglio di gente schiamazzante, tira la manica di MioPadre e nel silenzio più assoluto proclama: 
Ah, Sig. NavigoaVista guardi che a sua figlia abbiamo cambiato la culla, è quella là in fondo_indicando il limone pelato che ero (sono nata solo con un ciuffo di capelli dietro il cranio, ciuffo che è cascato quasi subito, lasciandomi praticamente implume per quasi un anno)

In conclusione:
a. apoteosi della figura di merda per chi aveva riconosciuto anche un tratto tipico del Bisnonno nella curva della mia bocca;
b. presa di coscienza da parte di MioPadre, di aver riconosciuto una culla ma non SuaFiglia
c. secondo, mortale, choc emotivo mio... disconosciuta da Madre e non riconosciuta da Padre & Clan
d. primo istinto omicida mio, che volevo lanciarmi nella culla di quella che si era presa i miei complimenti e attenzioni e farla finita subito

Atto III
Alla fine MiaMadre accetta che l'Agrume sia sua figlia e mi porta a casa, io credo in realtà abbia ceduto solo perché miglioravo...
La stronza ingrata esce dall'ospedale con i vestiti di PRIMA dell'incintezza (che le stavano pure larghi).
Perché l'Agrume, nella sua infinita bontà, le aveva fatto prendere solo 7 kg in 9 mesi di locazione del suo utero.
E non so se una UnaBellaBambina avrebbe fatto lo stesso!!!
L'Agrume si!
Essendo sparito il latte da turbamento di fronte al mio comparire, mi portano a casa con le istruzioni per nutrirmi.

Io vado a casa con sta gente, ma non mi fido un cazzo.
La femmina mi ha urlato contro appena vista, ha perso il mio cibo, e ha cercato di convincere il mondo che non ero il frutto dei suoi visceri.
Il maschio stava per morire soffocato dalle risa mentre si consumava la tragedia del mio disconoscimento e in seguito aveva riconosciuto una culla... ma non il richiamo del sangue... mah
Non ho scelta però.

Di notte piango come una dannata.
Il maschio, facevo bene io a non fidarmi, proclama:
Daghe un schiafon su quel facion (Moglie cara, appizza 5 dita sulla guancia prospera della piccola, onde indurla al silenzio)
ARRGHHHH

Il giorno dopo mi portano dal pediatra, sfiniti da notti e notti insonni
Il pediatra svela loro il mistero: mi stavano facendo morire di fame. E allora no???!!!!

In conclusione:

 a. ho tirato a fidarmi e non avrei dovuto... come tante volte poi nella vita;
b. dopo avermi schifata in ospedale e avermi portata a casa perché non avevano trovato un Cicciobello di loro gusto, hanno tentato di farmi morire di fame e di prendermi a schiaffoni..
c. subisco il terzo, orrendo, choc emotivo...

CONCLUDENDO CON LE CONCLUSIONI
Tutto sommato... pensando ai miei albori da Agrume, avrei potuto essere ancora più instabile di così...
Mi faccio pat pat da sola sulla spalla!

giovedì 5 agosto 2010

Nonna non ha fatto un plissé


Sabato a mezzogiorno, mioPadre mi attira da Nonna agitandomi virtualmente sotto il naso un polletto allo spiedo.

Che faccio? Vado no?! Che due denti nella coscetta glieli ficco di gusto al Ruspante.

Ciao Zio! Sei tornato dalle vacanze? Bello bronzeo che sei!

Nonna ha tre figli maschi, che la amano tantissimo, 
si alternano a pranzo e cena e passano sempre senza parere durante il giorno. 
Le Mogli? Echissene, evidentemente, la VeraDonna della loro vita è Nonna.

'Si si, e tu quando parti?'
A boh, vedremo, non ho deciso nulla. Tu Nonna vai a Roma dalla tua Amica e poi a Santa Marinella?

L'Amica di Nonna ha tipo 10 anni meno di lei, quindi 77. 
Da Roma vanno al mare in MiniCooper Rossa.
Guida la 77enne con la grinta di Nuvolari posseduto da Bip Bip. 
Nonna nei tragitti verso il mare si pregia di indossare cappelli di paglia a larghe tese.
Sotto le ruote fumo di strada verace.
VROOOOOOOOOOMMMMMMMM
Noi speriamo sempre torni viva.
'Ah, no no!' militare proprio
Come No No!!? Niente mare? 
'No no! L'anno scorso ho salutato la compagnia e quando sono tornata ho buttato tutti i costumi'

Nonna al mare ha la Cumpa.

'Azz, e perché scusa?
'Perché ormai sono tutta PLIZZETTATA'
Sei tutta plissettata?
'Si si, non c'è idratante che tenga e il sole, si sa, non aiuta'
Ma Nonna, che te frega! 
'No no, bisogna sapere quando ritirarsi da certi palcoscenici'
E va bene Duse! Però scusa io allora? Niente costume perché ho la cellulite?? Dai!

E qui Nonna NON HA FATTO UN PLISSE'

'NonnaTua ti regala qualche pareo'

Umiliazione.
Mi sono sentita più nuda del pollo allo spiedo.
E unta uguale.
Ruspante meno.

-_-


martedì 3 agosto 2010

6 mesi


Per sbaglio, tipo un'ora fa, mi sono resa conto che

SONO.6mesi.CHE.imbratto.LA.TELA.del.MIOblog.

6 mesi fa, ero spersa come una patella che di botto era stata staccata dal suo Scoglione preferito
6 mesi fa, ruttavo (è giusto ruttavo nel mio caso) schizzi di cacca emotiva repressa come il Krakatoa 
6 mesi fa, avevo bisogno di cominciare a raccapezzolarmi in mezzo a tutto il casino che avevo combinato
6 mesi fa, mi rendevo conto che dovevo iniziare a guardare le cose che fino ad allora non avevo visto e ad assimilarle pure ('zzo)
6 mesi fa, mi domandavo se non aver avuto un passato GLORIOSO da peripatetica avesse penalizzato la mia grande storia d'ammmor

6 mesi fa ho preso un bel catino, ci ho buttato dentro tutte le amenità di cui sopra e mi sono lanciata nel mare.nostrum.virtuale, sperando di perderle per strada, sperando che scrivere mi aiutasse ad andare un passo oltre me stessa.

Verba volant, scripta manent e siccome sono talmente poco interessante che quando parlo non mi ascolto, ho pensato che potevo leggermi (sempre sul trono di ceramica, invece di contare i veli della Scottex) e che forse allora, mi sarei ascoltata di più, capita di più, sfogata di più.

Tutto vero.
Il blog è la palestrina dell'animuccia mia santa (amen)
Il blog è la mia stanzina, dove arrivo come una furia ed esco col sorriso
Il blog è il sofà morbidoso su cui amiche e amici passati a trovarmi si acculazzano regalandomi sempre un momento di sincera attenzione.
Dal blog posso partire per restituire le visite agli amici e scroccare loro un bel caffè e allegre risate e partecipare alle loro vite.

BELLA LI! 
BLOG, dammi 'sta cinquina e tanti auguri!

E adesso, blog, ringrazia, che senza tutte le persone che passano di qua e ti dedicano un po' del loro tempo, tu saresti moooolto meno vivo, mooooolto meno bello e moooolto meno interessante!

Il BLOG RINGRAZIA!!! (e io con lui)

lunedì 2 agosto 2010

Houston, abbiamo un problema

Meglio, decinaia&decinaia di problemi.

In questi giorni sto cercando di visualizzare l'arredamento e la popolazione del mio piano attico, altrimenti detto scatola cranica.

Io credo nella relazione causa/effetto, quindi, se io sono così, se i miei occhi vedono la vita come una maglietta colorata, finita per sbaglio in candeggina, un motivo ci sarà.
Per cui mi viene una domanada: CHI.CAZZO.C'E'.LI.DENTRO?

Dlin dlon dlin dlon apriiteeeeeeeeeeeeeee, venite fuori!!!
Dopo le case occupate, il cervello occupato.
Mi avranno graffittato le pareti, io lo so, devono aver acceso incensi ovunque, o non avrei una visione tanto fumosa della vita.
Qualcosa li dentro stanno facendo.  
Grigliano salamelle o peperoni (posto che mi ficco sempre in situazioni indigeste)
E io voglio sapere cosa.

Pretendo / necessito / esigo.

La conoscenza del nemico è fondamentale: 'combatti dopo avere vinto' o continuarai a sembrare una mosca invischiata a tradimento nella merda che aveva avvicinato solo per una sniffatina
(credits: Sun Tzu per la prima parte della citazione, gli abitanti del mio cervello per la seconda).

E' inutile che quando mi girano a turbina, approcci la piastrella del bagno (in verità, il di lei interstizio) armata di spazzolino da denti, al fine di rimettere ordine nel cosmo_come Luke Skywalker con la spada laser pervaso dalla Forza! Se ignoro perché e contro cosa gratto la muffa...'azzo gratto la muffa a fare???

La muffa ce l'ho nel cervello non in bagno > micetto in casa, miceti in cranio

Cosa faccio? Raccomandata di convocazione? Tzè, non verrebbe nessuno. Già mi dominano, che gli frega di presentarsi e interrompere il baccanale (invitarmi eh??!!!).

Ho un'unica certezza, che siano neuroni andati a male, ormoni che scalciano o miceti che prolificano a stare al piano attico, tra loro vige la democrazia.
Ho altalene umorali della 'consistenza' di un lancio con l'elastico dalla punta del K2 per cui...
I bastardi si alternano al comando. E' evidente.
Come il cambio della guardia a Londra: fuori gli stronzi, dentro i depressi, poi gli euforici.
Ragazzi VI.PREGO mischiatevi. Datemi una follia omogenea e sfaccettata.

Vero che gli ultimi anni sono stati duri, vero che sono stanca morta.
A questo punto vero anche che devo essermi distratta lasciando la porta di servizio aperta.
E questi sono entrati.
E io mi ritrovo a voler tutto, a voler nulla, a non avere forza, a scattare come una molla.
Sono stanca.
Forse il mio IO è in un angolo del cranio a disfare di schiaffoni il volto in effige dell'S.r.l
E gli altri in torno van di vuvuzelas.

Quando passerà la rabbia tornerà l'equilibrio?
Quegli schiaffoni dovrei darli davvero.
I clandestini se ne andrebbero. Ne sono quasi sicura...

O forse è il clima agostano, in realtà il mio cervello è solo

mah...

ps: tanto per sgombrare il campo da equivoci: non mi sta venendo il ciclo e nemmneno sto ovulando.

mercoledì 28 luglio 2010

Ascelle

Si, avete letto bene: A S C E L L E.

No, non dedico loro un post perché con la calura del momento si stanno imponendo alla mia attenzione in modo subdolamente odorifico e mefistofelico. No.

No, non dedico loro un post perché, sempre in virtù della calura, questi lacrimosi appezzamenti di pelle mi impediscono di indossare canottierine, t-shirt, vestitini grigio chiaro, che adoro, pena avere il lago di Caldonazzo (si presta benissimo alla figura retorica questo lago) disegnato sotto le stesse.

No, non dedico loro un post perché spero che la Dove noti la mia dedizione e mi invii una fornitura gratuita e pantagruelica di deo spray per bonificare le zona, senza macchiare i vestiti e tamponando la sudata.

No, non dedico loro un post perché sono state appena sottoposte a ceretta e si sentono sfrontate, libere e belle come il cavallo del Pino Silvestre montato da un'amazzone femminista. (il massimo del wild che posso tollerare nell'immaginifico ascellare, il wild da pelo incolto lo aborro!).

No no.

Le ricordo bambine. Quando servivano solo a chi mi circondava per innalzarmi da terra e farmi fare il vola vola. Stupende nicchiette implumi e sempre profumate di borotalco nature.

Le ricordo adolescenti, giovani licantrope con la luna piena: quando il primo irsutismo si manifestò.
Sempre adolescenti, le ricordo nella fase guerra chimica, quando gli ormoni che ballavano la tarantella le trasformavano in attentatrici munite di cinture di bombette carnevalizie puzzolenti (ma tutto l'anno non solo a carnevale). E un ringraziamento vola veloce ai deo della Roc, i soli in grado di mettere a tacere quegli olezzanti ululati.

Ebbene. Dedico loro un post perché l'altra sera, svaccata sul divano, a leggere, in canottiera, con un braccio dietro la testa, girando lo sguardo le ho osservate e cosa vedo? Che le

BRUTTE BASTARDE INGRATE I N V E C C H I A N O


'ste peripatetiche di porto!!! Io le lavo, le depilo, le incremo!!!!! le deodoro.
Dedico loro un'attenzione tutta particolare, riservandogli parecchie sniffatine di controllo nell'arco della giornata.
Prendo atto dei loro limiti, non caricandogli i surplus di detersivi e napisan necessari a far perdere le loro tracce...

e loro????: INVECCHIANO.
Molto più della mia faccia!
Vuoi sapere quanti anni ho davvero? Alzami il braccio e lumami l'ascella!
Nooooo

Tenerelle morbidelle... R I L A S S A T E!!!
Già ho subito il trauma della prova del salarino, che dopo una certa età (i 30 in realtà, la zona è delicata) fa ballare la break dance della gelatina al tricipite.

Ma 'azzo, il rilassamento dell'ascella è un colpo a tradimento.
Non ce la posso fare...

lunedì 26 luglio 2010

Donne / Potere / Corruzione

Arranco verso la macchina stamattina.
E' lunedì. Il lavoro attende.
Sono fiduciosa che il traffico sia benevolo stamane.
E se non lo fosse... comincio a fare pat pat al mio fegato, che si rilassasse da subito, che tanto qua, io più che la soluzione Shoon (si scrive così?) non gli posso dare.
Il cicchetto in macchina di prima mattina non è compreso nel biglietto d'andata.

Apro la macchina, salgo, siedo, accendo, autoradio > Radio24
(ci siamo chiariti no? sul fatto che io ormai sia arida come come il deserto del Gobi no? Niente musica, niente canzonette, niente di garulo)

Alessandro Milan lancia il sondaggio del giorno:
(vi metto il link per andare a votare nel caso)
Bianco o nero?

A dare il la per questo sondaggio una dichiarazione di Chicca Olivetti:
“Non è un caso che le cronache degli scandali e del malcostume politico coinvolgano esclusivamente uomini. Non c’è dubbio che la moralizzazione della politica non può prescindere da questo dato di fatto”

 Chicca... perché mettere limiti alla provvidenza?
Sarebbe davvero così? O è così perché donne al potere ce ne stanno poche?
Infatti anche lei, nel dibattito fa presente la 'poca abitudine al potere' da parte del gentil sesso.

E facciamone una questione antropologica allora!
Un po' mi incazzo.
La donna nella maggioranza delle cronache politico/corruttive recenti era in scena nel ruolo di escort.
Dall'età della pietra facciamo progressoni proprio!
A onor del vero, ora spopolano i trans, quindi forse le donne non lo annuseranno nemmeno dalle stanze del piacere, il potere (rima! ola prego!)

Divago.
Dunque... le donne sarebbero meno corruttibili.
Perché?
I difetti di fabbrica son tutti nostri ma non la corruttibilità?

Ci danno delle puttane, delle streghe, delle lunatiche, delle depresse, delle ormonopatiche, delle oche, delle pedanti, delle asfissianti, delle macchinose, complotto-addict, delle traditrici, delle superficiali, delle tardone, delle vecchie dentro, delle mai cresciute, delle sceme che si fanno prendere per il culo quando sono innamorate, delle competitive, assetate di carriera e successo.

E anche assetate di potere, sempre per la famosa invidia del pene suppongo (io non lo voglio, né in senso figurato, né in quello letterale).

Ma, non corruttubili... almeno non fino a prova contraria.

Sinceramente, pensandoci in questo momento, io non mi farei corrompere.
Troppi sensi di colpa, da sempre, per tutto, figurati per cose serie.
Ma credo che sia una caratteristica individuale.
Non del sesso.
E in ogni caso, potrei essere certa di essere incorruttibile una volta messa alla prova.
Non sono la Madonna. E nemmeno una veggente.
Posso affermare di non essere fatta così.
Ma... boh, credo che essere messi davanti alla mela abbia sempre il suo bel perché.

Siamo incorruttibili perché siamo donne? O siamo incorruttibili in quanto brave persone?

ps: altra leggenda metropolitana, pare che per gli omicidi le donne preferiscano il veleno... mah... una bella gragnuola di mazzate invece????? :-DDD

venerdì 23 luglio 2010

Se senti zoccoli: pensa cavalli, non zebre

Abbraccio la mia Amica, la ringrazio per la bella serata.
L'accompagno alla porta, la guardo scendere le scale.
La sbigno dalla finestra del bagno mentre esce dal mio vicolo pedonale verso la sua auto.

E' mezzanotte passata, rassetto.
Spengo tutte le luci. Tutte le finestre sono spalancate.
Accendo la candela in bagno.
Una candela dalle dimensioni di un cero votivo alla vaniglia.
Apro l'acqua.
Mi infilo sotto. Mi dimentico della Gisella e anche del Fulvio
Che vadano in tandem, senza calzoni in un campo d'ortiche.
Mi sto rilassando, mi merito una bella doccia fresca e lunghetta.
Il mascara l'Oréal sul mobiletto affianco, tenta spudorati approcci di piaggeria: perché tu vali!!!!
Mi ulula pensando di salvarsi dal bidone rosso della frazione secca
ingenuo
Mi sdilinquisco tutta, mi rilasso, esco.
Mi avvolgo nel mio accappatoio blu
Al buio torno in sala, è quasi la una oramai e
DRIIIIIIIIIIIIIIIIIINNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNNN
Maccome driiiiiiiiiiiinnnnnnnnnnnnnnnn porca paletta schifa???
Torno una gragnuola di contratture!!
Oddio mia Nonna, mia Madre, mio Padre, mia sorella
ah no, 'azz son figlia unica, massai il momento richiede drammaticità!!!



Guardo il display sciolta come un nodo scorsoio
e... chi è? Chi è mi domandate?
A parte a essere uno vivo per poco,
è anche il n° 3 della mia The Ex-List
Che non vedo da maggio praticamente..
Che non sento da poco dopo...
Che sta per rendere l'anima al Signore.




Non rispondo, mi astraggo il più possibile, altrimenti mi sparo la notte in bianco.

Il giorno dopo decido di dargli una possibilità
sms:
deve esserti partita inavvertitamente una chiamata all'1. Mi è venuto un colpo pensavo fosse successo qualcosa ai miei. Poi ho visto che eri tu e ho capito che era un errore.
Dai, coglionaccio, salvati almeno la faccia.
Ma perché salvarsi la faccia con tutte le maschere che ci sono a disposizione poi??!!!
Basta fare Alice in Wonderland!!!
risposta
niente errori, ho pensato fossi ancora sveglia, ero davanti a casa tua!!!!
Fiero non poco, il mitile ignoto. Secondo me si aspettava l'applauso.

Sorvoliamo sugli intenti di una visita di cortesia a quell'ora e che solo per questo si meritava un incudine in testa dalla finestra.
Diciamo che avevo avuto modo di intuire che avesse le susine in testa, anzi le prugne proprio, al posto del cervello. Ma poi ho pensato è ccciovane etc etc.
Invece no, è moooltoooo più semplice: è coglione

Per cui tornando a bomba:
SE SENTI ZOCCOLI: PENSA CAVALLI NON ZEBRE.

E' inutile cercare di trovare motivi e scusanti per i comportamenti di merda degli altri, molto spesso non avranno un nonno morto in un campo di concentramento o un padre che da piccoli li picchiava, ma semplicemente sono esattamente quello che si vede.
Per pigrizia, scelta, parassitismo, decorticazione.
Sono cavalli, non esotiche zebre. 

Amen

ndb: non sto parlando dell'Srl aka UomoEmo

mercoledì 21 luglio 2010

Post-iccio ovvero 'a L'Oréal... forse IO valgo, tu però... non vali un @@####@

Quale persona sana di mente litigherebbe con un mascara?
O con un rimmel... R I M M E L... avanti di chi è questo???!!! Voglio sapere chi lo chiama rimmel invece di mascara. Per alzata di mano.

Nessuna ci litiga, no? Certo. Ti pareva.
Quindi non sono normale
E allora, in coro/a cappella/ fuori tutti i neri per caso dall'armadio / pronti via: certo che no!!! maccome ti è venuta?
Come? 
Beh, in realtà mi viene spesso.
Come non lo so. 
Le lascio la sua privacy.


MA.
E dico MA tutto maiuscolo.

MA questo vuole essere un post di denuncia, di pubblicità progresso.
Roba seria.
Di lotta contro chi, ingiustamente e senza avere le informazioni del caso, accusa di snobbismo sconosciuti terzi [e tanto per essere chiari: finché non mi date del quarto (di bue) siamo amici come prima] perché a volte scelgono prodotti in alta gamma.
E giudicano dicendo un sacco e una sporta e un portacenere di cazzate.

Ovvero:
Gne gne, non cambia niente tra la marca super figa e una roba normale; è che se non usi la tal cosa ti senti di valere meno, spendi un sacco di soldi per affermarti attraverso un logo conosciuto e riconosciuto. 


La prima cosa che, spontanea e irrefrenabile come sorgente montana, mi sfavilla dal cuore è:
ma vaffanculo no? ti critico io perché pari mi' nonno con 10 anni di meno di me? O perché dopo dieci minuti che sei uscito dalla doccia puzzi come il peccato originale (di uno stercoraro, non di un essere umano, che quello deve profumare di delizia)??? No, io mi faccio i cazzi miei e chi si fa i cazzi suoi si sa, campa 100 anni (sano si spera).


Da una vita, da quando me lo hanno cacciato sul mercato, io impiastriccio le mie ciglia solo di DIORSHOW, prima normale, poi black out e poi l'ultimo col tubo argento che non ricordo il nome (il black out è il migliore ed è pure sexy a pronunciarlo), l'Extase devo ancora testarlo, ma mo 'rivo.
Quanto costa? Tra i 25 e i 30 euro, non lo so, circa.
Uno sproposito? Detto così forse.








Ogni tanto mi rimorde la coscienza, e quindi tutta bravina, da Sephora all'ultimo giro, ho preso il mascara L'Oréal di ultima uscita VOLUME MILLIONS DE CILS, per circa 15 euri?? Credo.


Che già uno che ha bisogno di tutte queste parole per definirsi dovrebbe far diffidare...
senti me:

DIORSHOW
(mi vedo tutte le ciglia parate come ballerine di can can al Moulin Rouge tiè)
....
L'OREAL VOLUME MILLIONS DE CILS

prolisso; dai, di pancia, dalla vetrina del mio post quale dei due tirereste su? A gratis, quale?
Anche qui per alzata di mano (maschi inclusi), per favore, che la disciplina è fondamentale.

Bon, comunque sentendomi parca, ho preso il lungagnone.
Sabato.
Da sabato mi ha fatto incazzare milioni volte.
Perché????
Perché il suo applicatore che dovrebbe re-infoltire pure la foresta amazzonica da quel che dicono, unisce tutte le ciglia in un unico tronco di sequoia
Perché non è vero che è strutturato per evitare gli eccessi di materia sulla spatole e quindi i grumi: potete cogliere un'anguria-grumo dalle mie ciglia se volete.
Perché dopo 3 secondi che lo hai messo, nella zona sotto gli occhi sei picchiettata di nero / quando arrivi in ufficio la popolazione mondiale di panda può contare un esemplare in più / quando torni a casa sembri la vecchia scoreggiona ubriacona sotto il ponte di Verona della conta di quando eravamo piccoli
Perché puzza e mi fa bruciare gli occhi, perché sabato, quando avrò tempo di andare a comprare il DiorSHOW, avrò buttato 15 euri nel cesso in 7 giorni

E il  DIORSHOW, a parte che fa veri miracoli / bisogna solo imparare a maneggiare lo scovolino perché è più grande del normale / costerà anche quasi 30 euro, MA quello che ho buttato venerdì, soprattuto per motivi igienici e perché eravamo arrivati alla fase tiro fuori il sangue dalle rape lo avevo acquistato a dicembre 2008 (Si lo so, sono una schifosa, ma lui non ha fatto una piega.)

Vogliamo dividere 30 euro su un anno e mezzo e 15 euro su 7 giorni? Vogliamo vedere cosa DAVVERO costa di più???


quindi


CHI PIU' SPENDE, MENO SPENDE.

E il prossimo che mi rompe le palle quando faccio le mie scelte oculate lo chiudo in una gabbia con.... con... con... beh con me! Cazzi suoi!
Related Posts with Thumbnails