giovedì 26 gennaio 2012

Lavorare da Casa | Pro #1


Il bello di lavorare da casa:

condurre una call conference [tassativamente senza web cam!] facendo quella con i contro-coglioni
indossando solo una maschera di beauté
illuminante | rimpolpante | rassodante | ringiovanente | lourdizzante*



e... beh si, magari anche il pigiama... alle 3 del pomeriggio...

Seguiranno innumerevoli pro&contro
Le vostre esperienze?
O le vostre opinioni, se pensate che lavorare da casa sia il Walhalla!
Le condividete con me?
Prima che io diventi come la gattara dei Simpsons???


*lourdizzante nel senso di Lourdes e quindi di miracolo, non di lourde e quindi pesante... -.- e in questo caso, sarebbe stato meglio il secondo significato ;)

Follow my blog with Bloglovin

19 commenti:

  1. Io darei un polmone per poter lavorare solo da casa.. e potrei farlo visto che il mio lavoro è molto adatto allo scopo.. però.. Però in Italia non c'è la mentalità.Bisogna essere presenti e timbrare..anche per non fare un c.. ma bisogna..
    12 anni fà ho avuto la mia unica e vera esperienza, partita non nel migliore dei modi, nel senso che mi ero un pelo distrutto sciando (tibia,menisco,legamenti e cartilagini miste.. ;) ) e quindi ero bloccato a casa.. C'era una montagna di lavoro arretrato e progettavo quindi dal salotto inviando i progetti via mail.. Un periodo bellissimo.. Mi romperei la gamba di nuovo guarda.. Riuscire a fare in 5 ore quello che fai in 10 in ufficio. Sono stati 3+3 mesi bellissimi, ma nemmeno quelli sono bastati a dimostrare che si può fare.. :( Nemmeno oggi, con quel che ci costa il pieno della macchina.. Poi ci lamentiamo dell'inquinamento e delle polveri sottili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non lo so. Anche io l'ho desiderato follemente per una vita.
      Ma adesso... qualche giorno ogni tanto in ufficio non mi dispiacerebbe.

      Capitano e sono anche molto in viaggio
      Però ci sono periodi più statici che un po' mi mettono in difficoltà

      Elimina
    2. Ecco, diciamo che da quel punto di vista, uno max 2 giorni alla settimana per verificare sul posto come stà andando il lavoro si possono anche considerare.. un viaggetto, pure se per lavoro anche.. Però da come scrivi mi ricordi la situazione di una mia amica che fà comunicazione marketing e strategia d'impresa lì nella city meneghina ed è in un'altalena di umore costante.. Anche lei è a partita iva. Ogni tanto fà progetti in proprio e lavora da casa, mentre ogni tanto fà progetti per società che la vogliono in sede tipo per 6 mesi - un anno.. Quando lavora da casa è incazzata perchè dice che si sente sciatta perchè non avendo motivo di uscire si trascura, mentre quando và in ufficio è incazzata perchè non sopporta l'ambiente ed i colleghi.. Non riesce a trovare la quadratura del cerchio. Però secondo me tu hai una marcia in più :)

      Elimina
  2. Io ne darei pure due di polmoni per lavorare solo da casa!
    Quindi comincia con l'elencare anche i Contro#, così non ti invidio disperatamente ;DDD!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo che l'equilibrio sia tutto. E si vede che non è il mio forte... ;)

      Elimina
  3. hey! io (tu conosci molto bene come si svolge il mio lavoro) quando sto impaginando e magari chiudendo diversi libri contemporaneamente, se serve vado in ufficio 5 giorni di seguito. se ho poco lavoro, magari sto 5 giorni a casa. e poi ci sono le fantastiche vie di mezzo...
    preferisco elencarti solo i lati positivi: perlomeno, per me.

    - stare comodamente in tuta, oppure vecchi jeans e maglioni extralarge (in pigiama non mi piace, non amo molto i pigiami)

    - non truccarmi

    - mangiare cibi sani

    - quando il lavoro non è tantissimo, avere tempo per la casa e la cucina

    - poter fare la cacca comodamente e nel silenzio

    - il silenzio, in sè: forse questo va messo al primo posto!

    - caffè vero e non della macchinetta. idem per il the: lussuoso the verde in foglie con tanto di biscottino

    - la creatività ne trae giovamento

    - puoi andare a correre o a yoga in orari umani

    - fare le lavatrici mentre lavori



    un abbraccio forte... pa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah Pa, detto così pare il paradiso... e francamente di base la penso così.
      Io ho la fortuna di spezzare con frequenti viaggi e viaggetti di lavoro (faticosi in altro modo) però quando sono a casa ci sono dei giorni che prenderei a testate il muro.

      Ripeto, non devo essere molto equilibrata di mio...

      Sto cercando di ottimizzare... imparerò?
      mah

      Elimina
  4. Per il lavoro che faccio potrei tranquillamente stare a casa, ma sono dell'idea che l'ideale sarebbe 3 giorni a casa e 2 in ufficio in cui concetri riunioni, conf call, video e tutte quelle amenità che non ti fanno lavorare! :-)

    RispondiElimina
  5. Si credo anche io che il segreto stia un equilibrio di questo tipo...
    però ti assicuro che a provarlo davvero è strano, soprattutto se si ha sempre lavorato fuori

    RispondiElimina
  6. Eccomi!!!
    Andimo solo di pro? Almeno per un altro pochino ;-)

    Allora:
    Non doversi cuccare la voce stridula del collega cafone
    Non doversi sorbire le riuonioni degli altri mentre cerchi di fare una cosa complicata e hai bisogno di concentrazione.
    Finalmente pause pranzo decenti e non a paninazzi.

    ....

    Ok le altre cose le tengo per il prossimo post.

    Io ho già lavorato da casa prima, e avevo giurato MAI PIU'.
    Ci vuole molta autodisciplina credo. Ora ci riprovo, forse così schifo non faceva...
    "
    Che dici magari ne scrivo anch'io... Il mio lavoro nel Mulino ghiacciato" :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si dai, continuiamo con i positivi per un po'!

      Si ci vuole molta autodisciplina... dovresti scriverne anche tu, io per esempio vorrei sapere molte più cose del Mulino ghiacciato!!!

      Elimina
  7. A me il mio lavoro piaceva molto proprio per gli orari flessibili che avevo. E poi ero sempre a contatto con gente diversa. Tutto il resto lo facevo da casa, tipo organizzare l'agenda o risolvere le rogne ai clienti o anche tenere i contatti coi clienti. Un pro è che mentre facevo tutto questo le lavatrici o la cena andavano da sè; un contro è che se vuoi guadagnare "due lire" ti devi smazzare un pò di più. Ma vuoi mettere la soddisfazione di chiudere un contratto e la tranquillità con cui l'hai programmato? Non ha prezzo. Ti dico solo che ho lavorato un anno part-time in un call center e non provavo nessun piacere ad andare al lavoro. :-)

    Ps: sei una grande se riesci a stare con la maschera al pc. Io mi devo truccare come prima cosa la mattina. :-)

    RispondiElimina
  8. Ecco vedi! Tu hai disciplina! Ti trucchi pure.
    Io vado in giro per casa così, nature, con i capelli a pigna in testa!

    Eppure sono parente di una che sostiene si debba sempre essere apposto, perché non si sa mai!
    Vedrai, alla prossima maschera mi citofona Ryan Reinolds...

    RispondiElimina
  9. Mio figlio mi prende in giro perchè dice che anche se scendo a comprare il pane mi trucco. :-)
    Però non si sa mai cosa può succedere nel corso della giornata e a me piace stare "in ordine sempre". :-)
    Bacio!

    RispondiElimina
  10. Lavorare da casa vuol dire produrre molto, ma consumare altrettanto "molto" cioccolato. Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo che hai centrato il delicato problema di tarare le entrate e le uscite ;)

      Elimina
  11. io lavoro da casa effettivamente da solo un mese, però i pro, ma soprattutto i contro, li ho già trovati…

    il bello di lavorare da casa:
    • svegliarmi all’ultimo minuto e infilarmi una bella tuta calda con maglione da casa [che chissà perché in casa ci si congela mentre in ufficio ci si infreddolisce solo], senza bisgono di addobbarsi per uscire di casa…

    • passare tutto il giorno con la mia cagnolina

    • organizzarmi con le faccende di casa [posso addirittura cucinare! mentre il forno cuoce io lavoro… fantastico!]

    • non devo necessariamente sorbirmi le rotture di palle dell’ufficio [e non parlo solo di telefoni che squillano e rumori fastidiosi quando devi concentrarti, ma anche dei rapporti co le colleghe che a volte sono de veri e propri obblighi sociali: il pranzo tutti insieme che se ne salti uno sei una stronza asociale? e chi ve lo ha detto che io in pausa pranzo non preferisca farmi i cazzi miei che a voi vi vedo già 8 ore di fila tutti i giorni?!]

    • volendo potrei andare in palestra o a nuotare in orari decenti e senza dover rincorrere ogni minuto per far incastrare tutte le cose… non ho ancora approfittato di questa opportunità ma da febbraio si cambia musica!

    • ho comprato una sedia varier, in uffico non avrei potuto averla!!

    ecco, per ora questi sono i pro… però i contro ci sono eccome!
    per esempio, il fatto che io mi metta in tuta e a volte non mi guardi neanche allo specchio è psicologicamente deleterio… abbruttisce… così ogni tanto cerco di darmi un’aggiustatina… anche perché poi quando porto il cane al parco non posso proprio uscire in pigiama, quindi tento di fare una via di mezzo…

    altra cosa è che per lavorare da casa si dovrebbe almeno avere un piccolo studio perché altrimenti passi la tua giornata nella stessa stanza ufficio/sala e quando ti siedi sul divano a guardare dieci minuti di tv o leggere una rivista ti sembra di non aver mai staccato…
    inoltre il disordine che c’è sulla scrivania la sera dovrebbe poter essere chiuso dietro una porta…

    per fortuna che una volta alla settimana ho la riunione con i colleghi in ufficio perché altrimenti mi sentirei isolata dal mondo intero, chiusa dentro queste quattro mura…

    RispondiElimina
  12. Ci ho provato, 4 anni fa: 3 mesi a lavorare da casa come agente di viaggio con un pupo di 6 mesi di cui ricordarsi tra una chiamata, una prenotazione e un passeggero a terra da rimettere sul primo volo per gli States. Ma ero arrivata al punto di lavorare fino alle 4 di notte per recuperare il tempo 'perso' di giorno ad allattare.
    Ora, con i bambini più grandi, lo rifarei volentieri. Ma all'epoca era stato un tour de force.
    m.

    RispondiElimina
  13. Ogni tanto non mi dispiacerebbe lavorare da casa, non sempre, ma ci sono giorni in cui lavoro al computer o al telefono quindi potrei farlo senza andare in ufficio.

    http://thestyleattitude.blogspot.com/

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails