mercoledì 25 maggio 2011

La lettera scarlatta



Lo so che non siete abituati al fatto che io sia ottimista nei miei post.
Ma questo è davvero incancrenito.
Stasera ho pianto.

Ho avuto una giornata intensa.
Pianificazione di due sfilate. A 300 km da casa. In giornata
Sono tornata stanca, ma ho voluto fermarmi al mio consolante baretto sotto casa perché si festeggiava.
Il compleanno del proprietario e di un cliente fidelizzato.
Torneo di calcio balilla come spettacolo aggiuntivo.

Ormai conosco più o meno tutti.
Sono quasi tutti accoppiati.
In settimana mariti e fidanzati arrivano sempre da soli.
Nel we con fidanzate/mogli e figli (nel caso a carico)
Sono abituata al club delle prime mogli.
Rigidissime.
Che se sei single quasi ti sputano
E i mariti e fidanzati, che se in settimana chiacchierano tranquilli, nel we forse ti dicono ciao.

Vabbè.
Ascolta, palo nel culo in guisa di donna, non lo voglio quello sfigato di tuo marito.
Se volevo una palla al piede, mi tenevo la mia.

Detto questo, ok.
Si sa, la femmina difende il territorio.

Stasera però ho pianto.
Perché era martedì.
Mogli e fidanzate a casa con i figli.
Mariti e fidanzati al festeggiamento
Purtroppo più bevuti del solito.
E quella poca confidenza presa in qualche saluto e 2 chiacchere occasionali si è trasformata in un embrione di violenza.

Nell'ordine:
1. il più sfigato di tutti mi ha violentato la faccia con la lingua e mi ha ficcato un canino nel mento
2. quello più carino di tutti mi ha piantato 32 denti nella spalla destra
3. il più carino di tutti e il passabile di turno hanno simulato un sandwich con me come ripieno

tutto questo mentre stavo conversando in modo neutro, prosecco alla mano fuori dal bar, in una via del centro storico.
Volevo 5 secondi di tregua dal lavoro e dalla mia vita che sopporto a mala pena.

Tutte queste persone avevano compagne a casa con i figli.
Io ero la single in mezzo ad altre fanciulle accompagnate.

Quindi, pur essendo una persona rigida che dà poca confidenza, ero il pezzo di carne con cui prendersi confidenze.

Perché non ho un fidanzato o un marito.
La ragione è solo questa.
Perché vi assicuro, sono respingente al massimo.

Mi sono sentita violentata.
Sono andata in bagno
Ho pianto
e me ne sono tornata a casa.

Queste persone nel caso le rivedrò con le compagne e un palo nel culo
E pur sapendo che loro sono dei rifiuti umani, mi sentirò una merda e sporca

E mi arrovellerò
Perché se non mi ha portato rispetto la persona di cui ero innamorata persa
perché dovrebbero farlo degli estranei?

Ma mi chiedo
La single è per forza un po' troia?
o comunque viene percepita tale?
Questo è il mio futuro?

Sono un diversivo per ubriachi?
Grazie Srl.
Grazie.

E queste donne, che non mi paiono così coglione da non capire chi hanno affianco, sono più furbe di me perché accettano il compromesso?
E mantengono un rapporto che io non ho voluto tenere in piedi perché ero sinceramente innamorata di un'altra persona?
Dovevo fingere?

Vale solo lo status quo?
E' la sola cosa che ti fa guadagnare rispetto?

Ho fatto una scelta, mi sono separata perché amavo un'altra persona.
Sono stata abbandonata come un cane in autostrada
E quindi questo fa di me una con cui provarci a prescindere perché annoiati dalla compagna?

Bene.

ps: dimenticavo di dire che dal bagno sono uscita con il Glassex, con il quale ho irrorato le facce dei coglioni prima di andare a casa. Ecco.

34 commenti:

  1. Da uomo, facciamo da maschio, lo trovo patetico, squallido, volgare e ti chiedo scusa! Chi pensa che l'equazione donna single = troia è semplicemente un coglione! Non credo ci siano termini più educati per descrivere personaggi così!

    RispondiElimina
  2. questo post si commenta da solo...mi dispiace.

    RispondiElimina
  3. Mi dispiace veramente Navigo..
    Purtroppo questo è il classico comportamento da Bar della maggioranza degli (uomini??? )
    Motivo per cui non frequento bar, non mi metto a discutere di calcio o di donne o di politica, perchè putroppo c'è questa credenza che si possa dire o fare ciò che si vuole perchè sostenuti dal gruppo e lontani dai controlli di (ignare o no..? )compagne.. E tu in quel momento eri la preda del gruppo..
    Purtroppo ,se posso dirlo, tante (troppe) ragazze all'inizio vedono quello che hai scritto tu.. "il più carino" " il più passabile" " il più ..." la differenza la fà chi capisce subito chi ha in realtà davanti cioè un SRL come lo chiami tu con il quale non si deve nemmeno scambiare il saluto di cortesia .. Sfruttando un momento in cui tu cercavi una finestra di serenità, ti hanno invece sbattuto il balcone in faccia..
    Cosa avranno poi avuto da festeggiare lo sanno solo loro..
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Ringrazio Dio per avermi forgiato donna.

    RispondiElimina
  5. no piccola, non sei tu a doverti sentire sporca...sono loro che in barando sono diventati animali(e coglioni, come dice ruben). I luridi sono loro (e per inciso il problema frequenza bar ce lo abbiamo tutte, che lo devi selezionare accuratamente se non sei maschio accompagnata, e, almeno io, non lo sono per la maggior parte del tempo.) Essere donne non è per nulla facile, ma sempre meglio che essere quel tipo di uomo(e coglione,orfano di minchia però. perdona lo sproloquio..bacione.)

    RispondiElimina
  6. scusa eh, ma perchè sei tu che devi sentirti una merda e sporca...
    loro sono delle merde.
    l'ubriachezza non è una attenuante.
    ero ubriaco... non capivo... mavvaffanculo.
    e comunque TU NON SEI SPORCA.

    e se te lo devo dire, mettiglielo tu un bel palo nel culo a quei maschi idioti... perchè non glielo dici davanti alle loro mogli/compagne/fidanzate: cazzo la prossima volta fai piano coi denti, che lasci i segni....e se la tipa prova a dirti qualcosa picchiallocchi.... no magari l'ultima frase non la seguire, non picchiare nessuno, ma un bella figura di merda gliela farei fare...

    RispondiElimina
  7. p.s.
    ovvio che sono stata fin troppo colorita e che non ce l'ho con tutti gli uomini!!!
    lo specifico, perchè non vorrei sentirmi fraintesa

    RispondiElimina
  8. quando sono in branco si comportano come le bestie, e alle fine bestie lo sono.
    onestamente non so quanto le compagne ne siano consapevoli, l'animale alle volte si nasconde molto bene.
    io cambierei bar e me ne lamenterei pesantemente con il gestore, che clienti ha? e comunque ne ha perso una e tutti quelli che ti seguiranno in un altro locale dove ci DEVE essere più attenzione e rispetto.
    il capitolo donne palo in culo e uomo "nonparlononsentononvedo" quando sono con mia moglie nemmeno lo apro qui

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. Difficilmente concedo commenti "femministi", ma questo è uno di quei casi.

    Vivo di persona l'esperienza di un'amica, una persona che definirei normale, ne' espansiva, ne' scostante.
    Ebbene, solo perché è single, sul posto di lavoro lei è quella da scopare, è quella a cui chiederla di continuo, è quella che si veste "provocante", è quella che quando rifiuta le pesanti avances lascia il tizio addirittura stupefatto che una donna giovane e libera non sia al mondo per darla via.

    Pena.

    RispondiElimina
  11. oddio mi viene da piangere. ma non per modo di dire. mi è venuto il magone a pensare a quella scena e a quello che avrai provato. mio dio.
    mi dispiace tanto. davvero.

    RispondiElimina
  12. compromessi si', ma mica questi. il tennis il martedi' e il giovedi' si accetta. il calzino sporco sul letto si accetta. ma con l'onesta' non si fanno compromessi.
    e tu dovresti sentirti linda e candida perche' piuttosto che stare con un uomo di merda te ne stai da sola. ma capisco benissimo come ti senti, perche' in quel luogo d'ombra ci sono stata anch'io.
    allontanati da queste persone, ti contagiano con la loro sporcizia. perche' ti assicuro che loro e loro soltanto sono quelli sporchi.

    P.S. se fossi li', ti farei uno dei miei 'pep talk' arrabbiati. e lo farei con tutto il cuore.

    RispondiElimina
  13. Navigo, per favore smetti di sentirti sporca. Non sei tu e non è colpa tua.
    Ti parlo da una che si è sentita sporca per anni perchè uno sporco idiota depravato ci ha provato spudoratamente (provato provato)

    Conservo ancora la pietra che ho usato per difendermi.

    Non sei tu!!! E poi basta perchè mi è salito il sangue al cervello ed è pur sempre n commento pubblico.

    Ti bacio

    RispondiElimina
  14. Bene?..no malissimo!
    Innanzitutto mi è sembrato da quanto hai descritto,che fossi finita in un canile pieno di bestie idrofobe.
    Con tutto il rispetto per i cani.
    Secondariamente,pur essenso un uomo e pur capendo il rush che a volte prende il maschio medio,trovo che si sia toccato il fondo.
    Che la "fame nel mondo" sia un problema serio,specie in un bar ove tutti credono di essere il maschio alfa,lo so per esperienza.
    Ho passato anch'io il mio periodo bar.
    Se vuoi fare il marpione e sei sposato fallo almeno con classe e non davanti agli amici.
    Mi aggrego al consifglio di gruppo:cambia bar!
    Ne va della tua salute,fisica e mentale.
    Alex

    RispondiElimina
  15. Non te lo riesco a commentare questo post. Magari ti scrivo...
    Un abbraccio!
    R.

    Ps: forse il problema non è la donna single, ma la donna-e-basta...

    RispondiElimina
  16. So come ci si sente, la prima molla che scatta è il senso di colpa, come se indirettamente avessimo fatto o detto qualcosa che potesse legittimare il loro comportamento. Siamo state noi a incoraggiarli sicuramente, ma dove e quando? La risposta è NO. Sono loro che sono bestie e ogni presupposto è buono...basta un po' d'alcool e l'idea che hanno della donna esce fuori. Attribuire una logica a tutto questo è pura fantascienza, non ce l'ha. Ci hanno cresciuto col senso di colpa retroattivo, sta a noi liberarcene quando è evidente che certi uominni agiscono spinti da istinti bassi e meschini. Lo capisco come ci si sente perchè a me il mese scorso, all'uscita da scuola dove lavoro, uno qualunque, uno sconosciuto, si è sentito in diritto di ficcarmi una mano tra le coscie, da dietro, così, come se fosse cosa sua, come se io fossi sua. E questo abuso di potere, questa presunzione e la sicurezza del gesto mi hanno lasciato addosso un disgusto e uno schifo, immediatamente seguito a ruota dalla domanda di rito: -Perchè io? Perché a me? - e poi pensi a come potevi evitarlo. Ma il problema non sei tu, non sono io, non sono le innumerevoli donne che subiscono violenze, il problema sono loro, gli uomini e una cultura troppo spesso compiacente e indulgente con l'uomo e punitiva e restrittiva con la donna.
    Certi comportamenti non vengono nemmeno giudicati offensivi dalla massa, dal comune sentire, che in fondo si gioca, si scherza, che male c'è?
    C'è che adesso hai capito chi hai di fronte, la vera natura di quella gente...

    RispondiElimina
  17. poveri coglioni,
    che l'impotenza li colga.

    RispondiElimina
  18. Tu sbagliata?
    TU?!!?
    Fatti un'altra volta 'sta domanda e vengo lì e ti spacco la faccia!
    Io sono sposata e se scoprissi che mio marito fa una cosa del genere ad una qualunque donna single o ammogliata lo rbalto fuori casa a calci in culo.
    Figurati che cos così sono capitate a me in ufficio davanti alla dirigenza e al mio, allora ancora, fidanzato.
    E il soggetto inq uestione quando ho minacciato di denunciarlo (era il resp. del personale) ha detto che non sapevo stare agli scherzi!
    Sono merde tesoro. Tu sei una Regina!

    RispondiElimina
  19. questo post mi ha fatto venire i brividi.... mi ha lasciato senza parole.....qualsiasi cosa io possa dire mi sembra fuoriluogo... ti lascio qui quindi il mio silenzio

    RispondiElimina
  20. c.h.e. s.c.h.i.f.o.

    Nav, non è il fatto che tu sia single, o che tu abbia mollato tuo marito per un altro, non è niente di tutto questo.
    io ho sempre pensato che le persone, con me, si permettevano delle confidenze (non dico sessuali) perchè non avevo un padre che potesse difendermi.
    e guarda, a certi animali piace scaraventarsi su chi considerano indifeso.
    e i compromessi lasciali alle altre, davvero. la domenica al bar tutti assieme in famiglia, che pietà.

    RispondiElimina
  21. Non ti sentire sporca, non hai fatto niente. Sono loro che sono dei colleones.
    Purtroppo credo sia un malcostume che unisce buona parte della categoria maschile, accoppiata.

    Come disse Phil Collins in Miami Vice: 'che possono diventare impotenti'; e quando vanno con le loro dame al baretto, tu rigagli le auto.

    Alessio

    RispondiElimina
  22. Vero tutto quello che finora tutti hanno scritto, io per primo mi sono scusato, basta che non si arrivi alla bieca generalizzazione e sputtanamento dell'uomo (soprattutto se sposato).

    RispondiElimina
  23. quoto cowdog..
    che tristezza cara, mi spiace tanto, e il senso di violazione è una cosa difficile da far passare. Io direi che hai proprio fatto il pieno in questo periodo, direi che è ora di stravolgere tutto e iniziare a riempirti di cose buone e a circondarti di persone belle e metterti in testa che non hai nulla da espiare e puoi pretendere una vita bella..
    Scusa se mi sono permessa di essere così esplicita, ma ti vedo annaspare e non tirare su la testa, e ci sono passata. Concentrati sul positivo, il negativo andrà via da sè, pian piano, non ti sfiorerà più..
    un abbraccio caldo cara Navigo, pieno di dolcetti (vegan ovvio!!) e di piccole gioie e sentimenti buoni, che ti riempiano il cuore!!!!

    RispondiElimina
  24. @ Ruben: condivido.. anche perché io ho un marito meravigliosissimo! purtroppo è proprio che la gente spesso non ragiona, qualunque sia il suo genere!

    RispondiElimina
  25. oh no. che brutta bruttissima esperienza. mi ci sono immedesimata e mi sento male. ma come si può!! e magari se, come ha scritto qualcuno, lo dicessi alle loro mogli, queste danno pure la colpa a te mica ai mariti\fidanzati?! non ti curare dei giudizi degli altri anche se so quanto è dura vivere con il dito puntato contro. io sono con te! ci vuole coraggio a chiudere un rapporto se non vi è più l'amore a sorreggerlo e purtroppo ti è capitato un SRL ma tu cammina a testa alta e spruzza glassex in faccia a tutti quelli che offendono la tua persona! sei una grande! :*

    RispondiElimina
  26. non sentirti in alcun modo sporca, o meglio, il loro sporco te lo sei già levato lavandoti la faccia. farei anch'io una bella battutina ai signori accompagnati dalle mogli (v. muccachicca) e poi me ne dimenticherei!

    Marta

    RispondiElimina
  27. io vi ringrazio per il sostegno. E so, per rassicurare Ruben, che non tutti gli uomini sposati siano così.

    In questo caso il gruppo era tutto di accoppiati. Ma non cambia molto nel peso dei loro gesti. Che sono comunque vomitevoli.

    Io sono completamente stranita dal fatto che ero in un ambiente familiare e con persone comunque sempre percepite tranquillissime.
    Credo sia proprio scattata la goliardata da teste di cazzo, perché se la ridevano un sacco.
    E nel frattempo tu pensi: lo faresti alla fidanzata del tuo amico? <no eh? Già, ma per rispetto a lei o al tuo amico...

    non lo so è da ieri che mi faccio un mucchio di domande.

    Poi mi fermo e mi chiedo come uno sconosciuto si sia permesso di leccarmi la faccia....

    RispondiElimina
  28. il senso di colpa arriva da solo, tu sii spietata e mandalo a cagare. come gli "amici" del bar; prima però infila la lingua in bocca (in senso lato, of course) a quello più viscido di tutti, in un fine settimana qualunque, quando avrà a fianco la sua signora scopainculo.

    RispondiElimina
  29. sei una persona intelligentissima, sensibile e così dolce...
    vorrei davvero vederti felice...
    un bacino.
    pa

    RispondiElimina
  30. mammachenervimisonovenuti!

    ti abbraccio, non riesco a trovare le parole giuste.

    RispondiElimina
  31. "Ma mi chiedo
    La single è per forza un po' troia?
    o comunque viene percepita tale?
    Questo è il mio futuro?"

    OHHHH come ti capisco.
    E lo sto capendo anche a lavoro...

    RispondiElimina
  32. Ho scritto questo commento 7 volte. Poi ho cancellato.
    Devo censurarmi. È meglio, credimi

    RispondiElimina
  33. Mamma mia che schifo! Lo so che quando si viene molestate ci si sente colpevoli e sporche, come se in un qualche modo un qualche nostro comportamento avesse autorizzato quelle besie a prendersi certe libertà. Te la ricordi la storia dei jeans? Ecco, noi viviamo in quel paese lì. Mi dispiace per quello che ti è successo e se uno ti parla quando è da solo e a malapena ti saluta se sta con la moglie/fidanzata, ti consiglio di farlo comunque girare alla larga.

    RispondiElimina
  34. ogni volta che passo da quì me ne vado con un opinione degli uomini meno buona di quella con la quale ero arrivata...grande ruben che chiede scusa a nome di tutti i maschi.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails